Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:AREZZO11°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 26 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Massimo Bernardini lascia 'Tv Talk', il saluto e l'addio commosso: «Devo andare, mia moglie mi aspetta»

Attualità lunedì 03 agosto 2020 ore 18:00

Anfiteatro romano, c'è un accordo per valorizzarlo

L'area dei giardini e quella archeologica necessitano di nuova vita. Ecco il protocollo tra Comune e Direzione regionale dei musei



AREZZO — Firmato l'accordo per la valorizzazione dell’area dei giardini pubblici e dell’area archeologica dell’Anfiteatro romano.

E' stato sottoscritto dal sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli e dal direttore regionale dei Musei della Toscana Stefano Casciu.

L’accordo apre davvero un nuovo capitolo per una delle aree più significative e preziose del patrimonio culturale della Città - ha dichiarato il primo cittadino - gli spazi esterni allo straordinario complesso del Museo Archeologico Nazionale e dell’Anfiteatro romano saranno riqualificati e valorizzati al fine sia di migliorare il decoro e la sicurezza del parco, sia di ampliare l’offerta di attività ed iniziative culturali ed artistiche. Un altro obiettivo raggiunto, l’inizio di una collaborazione che sono certo sarà proficua e darà vita ad un’azione programmatica unitaria in grado di promuovere nella maniera più consona la fruizione e la conoscenza di uno spazio prestigioso e suggestivo che già proprio in questi ultimi anni, grazie al nostro lavoro, è stato scenario di eventi di grande rilievo”.

Sono molto soddisfatto dell’accordo raggiunto col Comune di Arezzo – ha detto il direttore Casciu -  Sancisce una ormai costante e proficua collaborazione relativa all’uso dell’Anfiteatro e degli spazi adiacenti. Sono certo che questa sinergia favorirà una migliore gestione e valorizzazione di questi spazi, contribuendo anche a far conoscere meglio lo splendido Museo Archeologico di Arezzo e le sue attività alla stessa cittadinanza aretina, seguendo un processo virtuoso avviato da qualche tempo anche grazie all’ottimo lavoro portato avanti dalla direttrice Maria Gatto” .

L’accordo, della durata di dieci anni, prevede interventi e strategie sia per l’area dei giardini pubblici che per l’area archeologica dell’anfiteatro romano, entrambe di proprietà statale e consegnate nel maggio 2019 dal Demanio all’allora Polo Museale della Toscana. 

Gli obiettivi individuati per la prima sono quelli del mantenimento e riqualificazione del patrimonio esistente, nonché dell’incentivazione alla frequentazione del sito. Con questo scopo, l’accordo prevede vari punti, tra i quali la definizione degli orari di apertura al pubblico, diversificati per periodi stagionali, e delle regole di accesso e utilizzo dell’area; l’impegno da parte dell'amministrazione comunale per la manutenzione ordinaria dell’area e la redazione, nei tempi e modi ad essa consoni e compatibilmente alle risorse e mezzi disponibili, di un elenco programmato di interventi di riqualificazione e relativa elaborazione progettuale, da concordare con la Direzione regionale; l’impegno di entrambi gli attori per la promozione della frequentazione dell’area dandone disponibilità per manifestazioni, eventi ed attività culturali, la cui attività gestionale viene demandata all’amministrazione comunale. 

Riguardo all’area archeologica dell’Anfiteatro, gli obiettivi individuati e concordati sono quelli di promuoverne l’utilizzo per attività ed eventi culturali compatibili con la tutela del patrimonio archeologico esistente e consone al valore culturale da esso espresso. Una programmazione che vedrà favorita l’amministrazione comunale nell’organizzazione di attività ed eventi culturali per il cui svolgimento è previsto l’utilizzo gratuito dell’area archeologica.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno