Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:41 METEO:AREZZO12°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 05 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La motovedetta libica fa una manovra violenta e i migranti cadono in acqua

Attualità mercoledì 11 maggio 2022 ore 15:05

Appello Cgil alla Asl "basta tagli, ma assunzioni"

Il sindacato lancia un vero e proprio allarme denunciando una progressiva diminuzione del personale e lo stallo degli inserimenti programmati



AREZZO — "La situazione in Ausl Toscana Sud Est, come denunciamo da mesi, è veramente drammatica ed i dati dimostrano, purtroppo, quanto temevamo. Il personale è in progressiva diminuzione, oltre che sempre più stanco, e le assunzioni promesse sono ferme: ad esempio, di 150 infermieri ne sono entrati in servizio poco più di 50 e nessuno dei 19 tecnici di laboratorio o dei 10 tecnici di radiologia previsti". Così Antonio Melley, coordinatore Fp Cgil nell'ambito dell'azienda sanitaria.

"Sono state bloccate le ferie alla maggior parte dei dipendenti, non esiste più una vita privata e familiare (se ti scrivono su whatsapp anche a mezzanotte e devi tornare in turno quando eri di riposo) e straordinari e produttività aggiuntiva sono la quotidianità per tappare i buchi. Ogni giorno si pensa a nuove esternalizzazioni: dopo quelle di attività CoVid (vaccinazioni, tamponi, check point, ecc.), adesso si ampliano quelle di attività amministrative, come il supporto alla medicina legale della zona aretina" prosegue.

"I tagli riguardano anche la sicurezza: i guanti in nitrile sono stati sostituiti con quelli in vinile, esponendo le lavoratrici ed i lavoratori ad un maggior rischio di infezioni e contaminazioni. A causa di tutto ciò, spesso pazienti e cittadini riversano le loro frustrazioni sul personale che li assiste e accoglie, sottoponendo a stress e aggressioni i professionisti sanitari, tanto che sempre più spesso si assiste a dimissioni o rinunce all'assunzione nei settori più esposti, come pronto soccorso e 118" insiste Melley.

Ed ecco, in chiusura, l'appello del sindacato "chiediamo al direttore generale Antonio D'Urso, fresco di rinnovo per altri 3 anni, di provvedere subito alle assunzioni di tutte le figure professionali (infermieri, Oss, tecnici sanitari, amministrativi, ecc. ) e ad uno sviluppo di tutti i servizi sanitari, a cominciare da quelli territoriali".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno