Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:20 METEO:AREZZO11°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 01 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La fuga e l’inseguimento a tutta velocità finisce contro una recinzione: il video dall’Australia

Sport domenica 25 luglio 2021 ore 17:25

Ardita: fatica, sudore, ma che spettacolo

Corsa oggi la ciclostorica che sale fino all'Alpe di Poti con biciclette e abbigliamento vintage, fra punti di ristoro e tante risate



AREZZO — L'Ardita 2021 va in archivio come grande successo, nonostante sia una ciclostorica piuttosto 'giovane' e in barba anche al Covid, che ha fatto spostare la data fino alla fine di luglio, ma non ha dissuaso gli appassionati del pedale e del vintage, che sono comunque accorsi in gran numero ad Arezzo.

La partenza da Piazza Grande, come da tradizione, è avvenuta alle 9 in punto a gruppo compatto. La prima parte del percorso era infatti uguale per tutti, guidata dalle auto dell'organizzazione, rigorosamente vintage, come del resto anche l'abbigliamento e le biciclette che i ciclisti dovevano utilizzare per poter partecipare all'Ardita. In testa al plotone Francesco Moser e la madrina, Mara Mosole, che avevano in programma il tracciato più lungo.

L'Ardita ha in programma infatti tre diversi percorsi: il Gourmet, il Classico e il Lungo. Il primo dei tre è alla portata di tutti, anche delle famiglie, con i suoi 30 chilometri di lunghezza e soli 250 metri di dislivello. Il Classico è di 50 chilometri, le asperità sono leggermente maggiori, più adatto a chi è comunque abituato a pedalare, a chi è allenato. Il percorso Lungo è il più impegnativo e prevede tra l'altro l'arrampicata all'Alpe di Poti, passando dalla salita intitolata a Marco Pantani, aperta al grande ciclismo dal passaggio del Giro d'Italia nell'ultima tappa che ha avuto Arezzo come sede di arrivo. Dislivello importante, 70 chilometri di lunghezza con la dura salita su strada bianca nel finale. Percorribile comunque da tutti, visto che l'Ardita non è una corsa competitiva, ma adatta a chi è allenato, perché alcuni strappi tra San Polo e il gran premio della montagna di Poti sono davvero duri. Per i ciclisti con più velleità agonistiche, la possibilità di farsi cronometrare lungo la salita, per mettersi alla prova contro se stessi e contro il tempo.

L'edizione 2021, come detto, va in archivio come grande successo. Il numero dei partenti era leggermente più basso delle edizioni pre pandemia, ma avere oltre 200 iscritti al via in un periodo come questo è comunque un successo. Spettacolari e divertenti tutti i punti di ristoro previsti lungo i tre percorsi, che oltre a quello di Arezzo hanno toccato anche i territori dei comuni di Castiglion Fibocchi, Subbiano e Capolona, con tanta gente lungo le strade e nelle piazze per veder passare i ciclisti e le biciclette e maglie d'epoca. All'ultimo ristoro di giornata, quello dell'Alpe di Poti, applausi per tutti quelli che sono riusciti ad arrivare, che hanno trovato ad aspettarli un vero e proprio menù completo. Ultimo aperitivo prima del Pasta Party per tutti i partecipanti, organizzato alla Locanda di San Pier Piccolo, nel cortile interno del teatro Pietro Aretino.

Aver raggiunto questo traguardo in un anno così particolare come il 2021 – dopo aver dovuto saltare l'edizione 2020 per colpa del coronavirus – deve essere uno stimolo in più per proseguire su una strada, quella presa dall'organizzazione pochi anni fa e che ha portato l'Ardita a diventare, in così poco tempo, uno degli appuntamenti principe delle ciclostoriche. Un settore a parte del ciclismo che accoglie sempre più appassionati e che sta diventando da traino per l'intero movimento del pedale amatoriale.

Giulio Cirinei
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno