Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:50 METEO:AREZZO14°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 27 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Mattarella rende omaggio alla Marina sulla nave fregata Bergamini a Cipro

STOP DEGRADO venerdì 10 settembre 2021 ore 10:20

Asfalto in condizioni pessime in viale Buozzi

La parte alta della strada che costeggia il Prato e la Fortezza presenta buche profonde e pericolose che necessitano prontamente interventi



AREZZO — Viale Bruno Buozzi è il nastro asfaltato che costeggia il Prato e la Fortezza Medicea. Il punto più alto dove si possa arrivare in auto, a patto di avere gli appositi permessi o negli orari in cui la ZTL non è attiva. Le due curve che si trovano nel punto più alto, in corrispondenza con il Bastione della Spina, presentano un manto asfaltato in condizioni pessime, con buche particolarmente profonde.

Proprio in quella zona, pochi mesi fa, l'autista di un furgone perse il controllo del mezzo e andò ad impattare violentemente contro uno degli alberi che costeggiano la strada. Aveva urtato contro una delle piante con il cassone da carico del mezzo, ma le sconnessioni dell'asfalto si trovano proprio in quella zona e non lo avevano di certo aiutato. Di giorno, come testimoniano le immagini, sono anche più difficili da individuare, visto il continuo gioco di luci ed ombre creato da rami e foglie. 

Una parte di viale Buozzi è stata in realtà riasfaltata negli ultimi mesi, poco prima del passaggio da Arezzo della Mille Miglia, ma l'intervento venne realizzato nel tratto che costeggia il Prato fino a pochi metri prima del Bastione della Spina, lasciando inalterate le buche che invece deteriorano ormai da tempo le due curve che si trovano nella zona più in alto del viale.

Giulio Cirinei
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno