Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:AREZZO18°35°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 21 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Euro 2024: il tifoso inglese dorme profondamente e gli piazzano una pinta di birra in equilibrio sulla testa
Euro 2024: il tifoso inglese dorme profondamente e gli piazzano una pinta di birra in equilibrio sulla testa

Attualità martedì 10 gennaio 2017 ore 10:10

"Attenzione a chi affidate i lavori"

E' l'appello congiunto lanciato da Cna e Confartigianato in materia di manutenzione delle caldaie. "Apparecchi delicati e importanti"



AREZZO — Manutenzione delle caldaie: attenzione a chi affidate il lavoro. 

A rivolgere un appello in questo senso sono le associazioni degli artigiani, CNA e Confartigianato, che richiamano l’attenzione dei proprietari degli impianti sul rispetto delle scadenze e la corretta esecuzione dei lavori.

“Oggi – spiegano il presidente di Confartigianato Termotecnici Simone Bolgi e il presidente di CNA installatori di impianti Damiano Iacovone – la manutenzione, ordinaria e straordinaria non è solo una questione di rispetto di obblighi di legge, ma soprattutto una questione di sicurezza per sé e per la propria famiglia. La caldaia è un apparecchio che abbiamo in casa e deve essere controllato e rimesso a punto periodicamente per essere sicuro.

Oggi però c’è anche un altro aspetto sul quale stare attenti. “Ci sono persone – continuano Iacovone e Bolgi - che si propongono per fare sconti sulla manutenzione della caldaia. Noi invitiamo a diffidare di queste persone, che non danno garanzie di qualità e magari, in qualche caso, non hanno nemmeno la qualifica necessaria. E’ sempre meglio stare attenti quando si chiama qualcuno in casa propria a fare un lavoro su un apparecchio delicato come la caldaia".

"E’ evidente – continuano i presidenti - che avere persone non qualificate in casa può essere un rischio, sia per lavori fatti non a regola d’arte, sia per ricambi non originali, sia per lo stesso rispetto della legge e per l’apposizione del bollino previsto dalla normativa. Infine ci sono rischi anche per la sicurezza in relazione a possibili furti o truffe, visto che ci sono stati segnalati casi di persone che nel proporsi con telefonate a domicilio non hanno poi voluto lasciare i propri riferimenti. Se vi capita di rientrare in questi casi - concludono Bolgi e Iacovone - non esitate e avvertite il vostro manutentore di fiducia e anche le forze dell’ordine, se necessario. La prudenza non è mai troppa e con la sicurezza, dei propri impianti e della propria abitazione, non è il caso di scherzare.”


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno