Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:30 METEO:AREZZO16°32°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 18 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La delusione produce estremismo. Quindi, attenzione

Cronaca venerdì 03 febbraio 2023 ore 18:50

Bollette alle stelle, ad Arezzo scatta un esposto

Federconsumatori sulle fatture di Estra dopo segnalazioni di pensionati, lavoratori e attività. Immediato il chiarimento del gestore sulle tariffe



AREZZO — Sono molti i cittadini che stanno contattando Federconsumatori Arezzo per segnalare fatture Estra con importi estremamente elevati a seguito di variazioni tariffarie nel mercato libero. 

A renderlo noto direttamente l'associazione che precisa anche che queste segnalazioni pervengono da pensionati, lavoratori dipendenti e attività economiche. "I cittadini e le imprese hanno responsabilmente attuato misure per diminuire/contenere i consumi di energia ma i loro sforzi sono vanificati dalle decisioni di aumentare le tariffe assunte dalle società di vendita tra le quali si annovera Estra energia. Questa decisione di aumentare i costi del gas non trova alcuna giustificazione nella difficoltà di approvvigionamento o nelle incertezze del mercato internazionale tanto che la stessa Autorità Garante, grazie alle nuove modalità di approvvigionamento e di calcolo del costo della materia prima, prevede, nel mercato di maggior tutela, una diminuzione del 34%", dicono da Federconsumatori Arezzo. "Infatti come riferimento non vengono più utilizzate le quotazioni a termine del mercato all'ingrosso ma piuttosto la media dei prezzi effettivi del mercato Psv italiano, aumentando la frequenza di aggiornamento del prezzo che diventa mensile e non più trimestrale. Si ricorda che le modifiche unilaterali di contratto (id est tariffarie) sono state espressamente vietate da un intervento normativo del governo Draghi fino al 30 aprile 2023".

"I cittadini invece ci riferiscono di comportamenti di Estra Energia di tutt’altro tenore: contatti con i quali si prospettano costi inferiori a quelli che poi vengono effettivamente applicati, con il probabile fine di far accettare variazioni contrattuali; vere e proprie variazioni unilaterali di contratto senza alcun preavviso; fatture con importi elevati derivanti da consumi non effettivi ma stimati, la cui stima è a volte tripla del consumo effettivo" dice sempre l'associazione.

"Ritenendo questi comportamenti assolutamente censurabili, Federconsumatori Arezzo provvederà a inviare un esposto alle Autorità Garanti con il quale denuncerà nel dettaglio ciò che sta avvenendo e al tempo stesso chiederà l’apertura di un’istruttoria per accertare la correttezza o meno dei comportamenti di Estra Energia. Oltre le denunce già ricevute, invitiamo comunque i cittadini a contattare la nostra Associazione (345 6863197) per esporre i fatti, verificare le fatture ricevute e se non dovute, per contestarle". Ecco la decisione dell'associazione che termina  "Federconsumatori Arezzo chiederà inoltre un incontro alla compagine sociale di Estra Energia della provincia di Arezzo: abbiamo la forte sensazione che tali aumenti tariffari tutti praticati nel mercato libero, nascondano una posizione vessatoria poiché non è concepibile che a fronte di un prezzo del gas che diminuisce del 34%, si pratichino cambi unilaterali di contratto con tariffare triplicate e con scadenze pluriannuali".

IL CHIARIMENTO DI ESTRA

Il prezzo del gas si forma sui mercati internazionali organizzati, come quello olandese. Il prezzo è iniziato a crescere già nel 2021 con l’aumento di domanda dovuta alla ripresa economica post-Covid. Lo scoppio della guerra in Ucraina, con la corsa, nel periodo estivo del 2022, al riempimento degli stoccaggi per il timore che mancassero le quantità di metano necessarie a soddisfare le esigenze di industrie e cittadini, ha fatto lievitare ulteriormente i costi.

Il prezzo del gas è indicizzato e corrisponde alla media dei prezzi giornalieri. Frutto di diversi fattori, a partire dal prezzo della materia prima alla borsa del gas che cambia tutti i giorni e dipende dalle quantità transate e dalla richiesta di acquisto legata al clima.

Gli aumenti del prezzo del gas e dell'energia elettrica sono ancora oggi argomento trattato ogni giorno dalla stampa nazionale e locale, comunque Estra, con interviste ai propri responsabili, apparse sulla stampa ha spiegato più volte l'andamento al rialzo del mercato dell'energia.

Le società di vendita del Gruppo Estra quindi non possono fare altro che applicare in bolletta i costi della materia prima così come scaturiti dal mercato internazionale.

Oggi, sul fronte dei prezzi del gas, la situazione si sta normalizzando: ovvio che non si tornerà ai prezzi del 2020, tuttavia dagli oltre 300 euro a Mwh toccati in agosto 2022 si registra un calo sensibile, tanto che in questi primi giorni di febbraio il costo si è attestato intorno ai 65 euro a Mwh.

Il prezzo finale del mese di febbraio verrà applicato sulle bollette dei consumi di quel mese che arriveranno ai clienti a partire da aprile prossimo e solo da quel momento i clienti beneficeranno dell’attuale diminuzione del costo del metano.

La voce più importante in bolletta è quella della materia prima che oggi pesa, sul costo totale, per circa il 60%.

Questo l’andamento presente sul sito dell’Autorità nazionale ARERA, delle condizioni economiche di fornitura per una famiglia con un consumo annuale di 1.400 mc, quindi una famiglia non numerosa, con una casa di medie dimensioni con riscaldamento, cottura e acqua calda. Come si nota la componente materia gas ha visto un andamento in forte crescita.

Le bollette con importi alti hanno portato i nostri clienti a recarsi agli uffici al pubblico o a telefonare al call center per avere spiegazioni e il massiccio afflusso ha causato tempi di attesa lunghi. Estra ha già aumentato il numero di operatori e la situazione si sta normalizzando.

Inoltre si informa che:

- Estra, pur non essendo obbligata, ha accolto l'invito di ARERA a fatturare mensilmente i clienti in tutela con uso riscaldamento. Questa scelta è stata fatta per seguire maggiormente l'andamento dei prezzi e facilitare le famiglie nella programmazione delle spese energetiche;

- a differenza di quanto accaduto ad altri operatori del settore che hanno applicato modifiche unilaterali durante il corso di validità delle condizioni di fornitura di energia elettrica e gas, l'Antitrust non ha ad oggi emesso provvedimenti sanzionatori nei confronti di Estra Energie, la quale ha da sempre operato rinnovando le condizioni economiche allo scadere dei 12 mesi di fornitura e pertanto con efficacia successiva a tale scadenza;

- riguardo alle rateizzazioni, Estra ha applicato la normativa anche dopo l'obbligo che ARERA aveva imposto nel periodo della pandemia e in quello della crescita esponenziale dei prezzi. Se la bolletta supera l'importo di € 150, può essere richiesta la rateizzazione della stessa in due rate mensili ed è allo studio la possibilità di aumentare il numero delle rate;

- rispetto alla fatture con calcolo dei consumi a stima, se la differenza tra la stima dei mc. consumati, inserita in fattura, supera gli 80 mc rispetto a quella reale, si può chiedere l'annullamento della fattura e la sua riemissione. Altrimenti la differenza di mc. verrà accreditata nella bolletta successiva.

La lettura dei contatori viene trasmessa alle società di vendita (come Estra) dalla società che gestisce la rete di distribuzione del metano. Questi gli obblighi di trasmissione alle società di vendita:

- da 0 a 500 mc/anno: almeno una lettura all'anno;

- da 500 a 1.500 mc/anno: almeno 2 volte all'anno;

- da 1.500 a 5.000 mc/anno: almeno 3 volte all'anno;

- oltre 5.000 mc/anno: tutti i mesi.

Per non avere bollette a stima, quindi è importante che il cliente comunichi la lettura del suo contatore nel lasso temporale indicato in bolletta. Questi i modiper comunicare l’autolettura del contatore:

  • chiamare il numero verde 800 057 057(da telefono fisso) oppure lo 02 8270 (da cellulare) e seguire le semplici istruzioni della voce guida. I numeri sono attivi tutti i giorni 24 ore su 24;
  • utilizzare l’Area Clienti, selezionando il contratto per il quale si vuole comunicare l’autolettura. L’Area Clienti ha fatto registrare dei malfunzionamenti che ad oggi sono stati risolti;
  • con l'app Estraper Android o iOS con lo smartphone o tablet (stesse credenziali dell’Area Clienti).

Infine una nota relativa al comunicato stampa emesso da Federconsumatori di Arezzo nel quale si annuncia un esposto alle autorità garanti per gli aumenti in bolletta praticati da Estra Energie.

Da quanto descritto in precedenza risulta chiaro che l’aumento delle tariffe non è una decisione presa da Estra Energie, ma dipende dall’andamento del mercato. Anche su altri temi sollevati da Federconsumatori le risposte si trovano in quanto scritto precedentemente.

Estra ha avviato da tempo un percorso condiviso con le principali Associazioni dei Consumatori regionali e nazionali (tra cui Federconsumatori) a ulteriore garanzia dei principi di trasparenza e di correttezza, da cui è nato il Protocollo di autoregolazione volontaria in materia di contratti e attivazioni non richieste. E’ quindi disponibile a valutare eventuali altre iniziative o attività proposte dai consumatori. Federconsumatori Arezzo verrà al più presto contattata per un incontro informativo.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno