Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:15 METEO:AREZZO19°37°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 15 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Lenny Kravitz in concerto interrotto dalla videochiamata di Denzel Washington
Lenny Kravitz in concerto interrotto dalla videochiamata di Denzel Washington

Cronaca martedì 27 aprile 2021 ore 07:00

Cannabis terapeutica, attesa per la sentenza

Accolta la richiesta dei legali di De Benedetto per il rito abbreviato. Oggi il 49enne disabile dovrebbe ripercorrere in aula la sua vicenda



AREZZO — Cannabis terapeutica. L'udienza preliminare per Walter De Benedetto, il disabile aretino gravemente malato di artrite reumatoide, si era aperta lo scorso 23 febbraio. Il 49enne si era presentato in Tribunale con la sua carrozzella. Accompagnato da un'ambulanza della Croce Rossa.

I legali, in quella prima tappa in aula, avevano chiesto il rito abbreviato, che era stato accolto, condizionato alla presentazione di documenti relativi alle condizioni del loro assistito e alle prescrizioni mediche. 

De Benedetto invece aveva espresso l'intenzione di farsi interrogare davanti al giudice Fabio Lombardo. Questa mattina si torna davanti al Gup ed in sede di discussione Walter, come accordato, ripercorrerà la sua vicenda. Sempre per oggi è attesa anche la sentenza.

La vicenda risale al 2019 quando i Carabinieri trovarono nel terreno vicino all'abitazione di De Benedetto una serra per la produzione di cannabis, che venne sequestrata. Walter, accusato di coltivazione di sostanza stupefacente in concorso, ha sempre sostenuto che la dose fornita dalla Asl, per la quale aveva una regolare prescrizione, non gli era sufficiente per diminuire i forti dolori e quindi la sofferenza per la sua patologia. E solo per questo motivo, come ha sempre sostenuto, era ricorso all'autoproduzione. 

La sua storia ha attirato l'attenzione di associazioni nazionali, come della politica. De Benedetto rischia una pena fino a 6 anni, che si riduce di un terzo con l'abbreviato.

Con l’iniziativa lanciata dai Radicali #AProcessoConWalter, in collaborazione con la campagna Meglio Legale, oggi alle 12 manifestazione davanti a 19 Tribunali su tutto il territorio nazionale. Davanti alla procura di Arezzo saranno presenti Massimiliano Iervolino e Igor Boni, segretario e presidente di Radicali Italiani, Barbara Bonvicini, membro della direzione di RI, Michele Usuelli, consigliere Regione Lombardia +Europa-Radicali, Antonella Soldo, coordinatrice della campagna Meglio Legale, l’on Riccardo Magi +Europa-Radicali.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno