Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:AREZZO11°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 25 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Joe Biden: «Donald Trump è un dittatore, vuole vendetta»

Sport mercoledì 01 febbraio 2017 ore 11:28

Eleonora Camisa lascia il segno a Ginevra

La Chimera Nuoto si è messa alla prova in un palcoscenico internazionale. Diciotto giovani atleti aretini hanno nuotato in un importante meeting



AREZZO — La Chimera Nuoto si è messa alla prova in un palcoscenico internazionale in occasione del 50° Challenge de Genève

Diciotto giovani atleti della società aretina hanno nuotato nelle acque svizzere di Ginevra in un importante meeting a cui erano presenti nuotatori da tutta Europa (come il campione del mondo ungherese László Cseh), una rappresentativa della nazionale statunitense con gli olimpionici Anthony Lee Ervin e Madison Kennedy, la nazionale della Repubblica Ceca, la nazionale giovanile scozzese e tante altre rappresentative. Questa platea d'eccezione ha permesso alla Chimera Nuoto di testare il valore dei propri ragazzi e di vivere un confronto di altissimo livello propedeutico ai principali appuntamenti sportivi del 2017, a partire dai campionati regionali in programma nelle prossime settimane e dai successivi campionati italiani. In quest'ottica, la trasferta è risultata particolarmente positiva dal momento che nelle varie discipline molti aretini sono riusciti a realizzare il loro miglior tempo nella vasca da cinquanta metri e a raggiungere le prestazioni limite per poter partecipare ai futuri campionati nazionali giovanili estivi.

Il miglior risultato porta la firma di Eleonora Camisa del 2002 che ha confermato il suo ottimo stato di forma, arrivando seconda nei 200 misti alle spalle di Lucy Ross di Scottish Swimming e davanti a Leoni Richter del Team Switzerland. Particolarmente positive sono risultate anche le prove di Roberta Rotondo che ha raggiunto ben due finali e di Elisa Fazzuoli, ma sono stati tanti altri i nuotatori capaci di entrare tra i primi dieci nelle varie classifiche. 

«Siamo entusiasti - commentano i tecnici Marco Licastro e Marco Magara - Abbiamo voluto far vivere ai nostri ragazzi un'esperienza internazionale e loro si sono dimostrati pronti per un confronto di così alto livello che li ha resi consapevoli delle loro potenzialità, dei limiti su cui lavorare e dell'atteggiamento che deve avere un vero sportivo. Ora dovremo esser bravi a ripeterci nell'importante appuntamento dei campionati toscani».


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno