Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:25 METEO:AREZZO19°33°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 20 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Jaan Roose e l'impresa mai tentata prima: «Sfido me stesso. Attraverserò lo Stretto di Messina su una slackline»
Jaan Roose e l'impresa mai tentata prima: «Sfido me stesso. Attraverserò lo Stretto di Messina su una slackline»

Giostra Saracino sabato 29 ottobre 2022 ore 19:05

Felici risale in sella e torna il sereno a Porta del Foro

Respinte le dimissioni del rettore giallo cremisi. Lui "desso spero che tutto sia alle spalle, a testa bassa con impegno e coesione migliore"



AREZZO — Felici torna in sella, si schiarisce l'orizzonte alla Chimera. Il cielo al Quartiere di Porta del Foro per alcuni giorni si è ricoperto di nubi che potevano minacciare forti temporali, ma poi il vento ha spazzato tutto via riportando sole e cielo sereno. Tutto è partito da quel fulmine delle dimissioni presentate da Roberto Felici, Rettore giallo cremisi, accompagnate anche da quelle di due consiglieri fedelissimi a Felici. Alcuni giorni di riflessione e poi il chiarimento nella riunione del Consiglio Direttivo dove, a seguito della discussione, le dimissioni sono state ritirate.

Il Rettore Felici riparte, dunque, nel mandato con più forza e voglia di realizzare il programma scritto alla vigilia delle elezioni di un anno fa, con maggior presa di coscienza da parte di tutto il direttivo su obbiettivi e impegni da portare a termine in questo mandato elettorale.

Rettore, passate le nuvole a Porta del Foro torna il sereno?

Me lo auguro proprio che sia tornato il sereno, anche per tutte le cose che in questo inverno dovremo affrontare. La mia presa di posizione è stata una normale vicenda interna al quartiere e nello specifico all’interno del Consiglio Direttivo nel momento in cui mi sono reso conto che molta parte della dirigenza non rispondeva alle sollecitazioni per fare e seguire la linea tracciata sulle progettualità che Porta del Foro intende portare avanti.

Quindi una riflessione personale se lei era ancora la persona giusta per guidare il quartiere?

Con molta serenità mi sono posto il dubbio se la causa di tutto questo ero io e con molta serenità ho rimesso il mandato da Rettore e da consigliere al giudizio del direttivo, perché se il problema fosse stata la mia persona me ne sarei andato in modo molto sereno e tranquillo, senza creare alcun problema al quartiere che in questo momento ha bisogno solo di lavorare in serenità.

Nessun dubbio da parte del consiglio, le dimissioni sono state immediatamente respinte confermando la fiducia nella sua persona.

Il Consiglio Direttivo ha fatto una riflessione e poi deciso di confermare fiducia nella mia persona. Sono molto grato di questo a tutti i consiglieri, adesso spero che tutto sia alle spalle e Porta del Foro possa andare avanti a testa bassa con impegno e coesione migliore di quella avuta fino ad oggi.

Un programma di lavori e iniziative importanti dove la dirigenza deve lavorare in modo forte e coeso.

Quello più grande e importante per noi è la conclusione dei lavori al Campo Prova di Petrognano, impegno enorme e nella diversità di vedute, che sono normali all’interno di una dirigenza, però ci deve sempre essere una condivisione su quelle che devono essere le scelte programmatiche generali, se questo non ci fosse è impossibile andare avanti per chiunque. Mi auguro che adesso tutti abbiano capito l’importanza del momento per Porta del Foro, i gesti a volte servono anche per risvegliare le coscienze e mettere tutti di fronte alle proprie responsabilità del consigliere. Mi auguro, quindi, che questo periodo di sofferenza per il quartiere sia stato veramente un momento di passaggio e che tutti possano ripartire con più voglia e passione.

Porta del Foro dunque dopo questa parentesi da dove riparte?

Noi dobbiamo mettere a regime le nostre scuderie essendo il quartiere che è rimasto più indietro di tutti, entro la prossima primavera dovremo avere le scuderie funzionanti anche se non complete in ogni sua parte, ma almeno di supporto per aiutare capitano, allenatore, giostratori e la squadra tecnica con maggiore facilità rispetto a quello fatto fino a ieri. Poi dobbiamo continuare quelle attività sociali che Porta del Foro ha sempre fatto e che sono altrettanto importanti per la vita associativa di un quartiere.

Paolo Nocentini
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno