Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:10 METEO:AREZZO10°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 26 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
«Viva la libertà, dannazione!»: Milei abbraccia Trump

Attualità giovedì 03 marzo 2022 ore 11:35

I saldi aretini "freddati" dalle quarantene

Bilancio in chiaro scuro del direttore di Confesercenti in chiusura dei ribassi invernali: "la ripresa non c'è stata, ma c'è voglia di normalità"



AREZZO — I saldi invernali volgono al termine e, senza dubbio, chiudono falsati dalla pandemia. L'andamento delle vendite a prezzi scontati, tra i negozi del territorio, per due mesi è proseguito con il freno tirato. Il direttore di Confesercenti Arezzo, Valeria Alvisi fa un bilancio in chiaroscuro, dopo aver sentito la voce degli associati.

“Purtroppo la ripresa auspicata - dice Alvisi - non c'è stata. La pandemia ha ancora una volta inciso negativamente. Il Covid, i crescenti contatti di questi mesi di inizio dell'anno, le quarantene a causa delle positività o da contatto stretto, hanno tenuto chiusi in casa numerosi consumatori e così lo shopping non ha avuto l'accelerata che ci auspicavamo dopo il difficile periodo che ormai si protrae da due anni”.

L'andamento è quindi stato lento - aggiunge - anche se naturalmente è diversificato tra le attività. C'è chi segnala numeri migliori dello scorso anno ma in molti casi sono inferiori a quelli del periodo pre Covid. Troppo poco per dare la boccata di ossigeno che serve alle attività costrette a fare i conti anche con il caro bollette di luce e gas”.

I saldi, quindi, non hanno registrato quello sprint atteso dalla categoria. “C'è comunque da sottolineare - conclude il direttore di Confesercenti - che i commercianti, sia di abbigliamento che che del settore delle calzature segnalano di aver riscontrato da parte della clientela la voglia di fare acquisti. Il desiderio è quello di tornare presto alla normalità, di riscoprire il piacere di passeggiare tra le vetrine e di recuperare anche i rapporti freddati dal distanziamento. Non resta che ripartire con le nuove collezioni primavera-estate assecondando il desiderio di rinnovare il guardaroba che coinciderà con la fine dello stato di emergenza”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno