Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:05 METEO:AREZZO17°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
mercoledì 17 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Accesa a Olimpia la torcia olimpica: inizia il viaggio verso l’inaugurazione di Parigi 2024

Attualità lunedì 19 dicembre 2016 ore 16:24

Il centrosinistra trionfa in Provincia

Massimiliano Dindalini, segretario provinciale Pd

Massimiliano Dindalini, segretario Pd, anticipa i nomi della maggioranza che sarà in Sala dei Grandi al governo del territorio provinciale



AREZZO — In attesa dei risultati ufficiali sulle elezioni della Provincia di Arezzo, arrivano anticipazioni dal segretario provinciale Pd Massimiliano Dindalini.

"Il centro sinistra si conferma maggioranza istituzionale in provincia di Arezzo. Il voto di ieri, al quale hanno partecipato i sindaci e i consiglieri dei Comuni del territorio, ha visto l’assegnazione di sei seggi al Pd (ai quali si aggiunge il Presidente Roberto Vasai); 5 al centro destra e 1 ai civici. E’ una risultato che conferma il ruolo del Partito Democratico in questo territorio - continua Dindalini - e il mio ringraziamento va sia ai votanti che agli eletti. 

I consiglieri Pd che siederanno nella Sala dei Grandi sono, oltre a Vasai, Gabriele Corei, Eleonora Ducci, Alessandro Caneschi, Donato Caporali, Francesca Neri e Moreno Betti. Significativa anche l’elezione di Francesco Del Siena, civico di Sansepolcro. Adesso al presidente Vasai e al nuovo consiglio, gli auguri di buon lavoro in una fase politica e istituzionale che l’esito referendario ha reso ancora più complesso per l’amministrazione provinciale" conclude Dindalini.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno