Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:30 METEO:AREZZO16°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 20 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Turisti feriscono due cuccioli d'orso per farsi un selfie

Attualità giovedì 23 giugno 2022 ore 11:50

Il sistema "Zero Spreco" illustrato al ministro

Il sindaco Ghinelli ha aperto la seconda giornata di lavori dell'Anci dedicati al Pnrr alla presenza di Roberto Cingolani



AREZZO — Missione Italia – 2021/2026 il PNRR dei Comuni e delle Città, è il titolo della due giorni organizzata da Anci a Roma presso il Centro Congressi La Nuvola alla quale ha preso parte anche il sindaco Alessandro Ghinelli

L'evento aperto ieri alla presenza dei vertici dell'Anci nazionale e di numerosi rappresentanti del governo ha trattato il tema degli investimenti e delle riforme che accompagneranno l'attuazione del PNRR, opportunità unica di rilancio per il nostro Paese. 

Il sindaco Ghinelli ha aperto la seconda giornata dei lavori dedicata alle misure per i Comuni per la transizione ecologica e missione verde, alla presenza del ministro Roberto Cingolani. L'intervento del sindaco ha riguardato la presentazione del progetto per l'impianto innovativo di trattamento della frazione organica ovvero la presentazione della centrale di recupero totale di rifiuti di San Zeno e del sistema Zero Spreco che ha come obiettivi principali quello di rendere il recupero energetico, dedicato solo agli scarti altrimenti inutilizzabili delle raccolte differenziate, sussidiario alle raccolte differenziate stesse, di potenziare i reparti di compostaggio, digestione anaerobica, selezione delle frazioni secche della raccolta differenziata (carta, vetro, plastiche, metalli), azzerare gli impatti economici ed ambientali derivanti dal trasporto "altrove" delle frazioni da raccolta differenziata e dei loro scarti.

Il sindaco si è soffermato sul progetto presentato al PNRR del digestore anaerobico che sarà in grado di trattare circa 35.000 t/anno di matrici organiche da raccolta differenziata ricavando circa 2.000.000 di Nm3 di biometano e separando, nel processo di purificazione del biogas, la CO2 da utilizzare per scopi tecnici. La linea di recupero energetico, sussidiaria alle altre linee, processerà circa 75.000 t/anno di scarti e l'energia prodotta garantirà il fabbisogno a circa 70.000 abitanti. Previsto anche un nuovo reparto in cui verrà recuperata materia dalle circa 45.000 t/anno di frazioni secche della raccolta differenziata (carta e cartone, varie tipologie di plastica, alluminio, vetro, etc.). In tale reparto nei flussi di vetro, plastiche e lattine e di multimateriale leggero saranno separate le varie tipologie di plastiche allontanando quel materiale plastico non recuperabile se non energeticamente. 

“L'impianto di San Zeno si configura come uno dei pochi impianti italiani a recupero integrale, nel quale solo ciò che non è recuperabile e riconducibile a logiche di mercato viene termovalorizzato: rappresenta pertanto la risposta più efficace sia in termini energetici che di riduzione del sistema emissivo in atmosfera. Averlo presentato in questo importante contesto nazionale è l'ulteriore conferma dell'eccellenza assoluta rappresentata da Zero Spreco”, ha dichiarato il sindaco Ghinelli.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno