Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:20 METEO:AREZZO-0°10°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 30 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
I consigli estetici di De Luca a Bonaccini: «Lo voto, ma spunti quella barba e si tolga gli occhiali a goccia»

Attualità martedì 06 dicembre 2022 ore 16:30

E' tornata l'influenza, +30% di accessi al San Donato

Il virus ha ripreso a circolare dopo due anni col freno tirato durante la pandemia. Tutto su sintomi, cure e vaccinazione



AREZZO — Nell'era pre-Covid l'influenza faceva la sua comparsa tradizionalmente da dicembre, oggi invece si registra una manifestazione anticipata dei sintomi tipici di questo disturbo. Anche in questi giorni è frequente sentire persone con mal di gola, tosse e raffreddore, condizioni sensibilmente diminuite nei due anni di pandemia, alle quali non eravamo più abituati. Tuttavia, proprio a fronte dell'utilizzo minore delle mascherine e della vita sociale tornata alla normalità, il virus influenzale ha ripreso a circolare e la trasmissione è ora più facile e veloce.

Voce autorevole sull'influenza stagionale sono i medici di medicina generale. Il dottor Renato Tulino, direttore del dipartimento Medicina generale della Asl Toscana sud est, illustra l'andamento influenzale: “confermo che nel 2022 la sindrome influenzale è apparsa prima rispetto agli anni di Covid e anche a quelli precedente. Da una considerazione generale, a partire da metà novembre, nella Sud est si stima che circa il 38% in più di pazienti con disturbi stagionali sia da ricondurre all'influenza. I soggetti maggiormente colpiti sono i malati cronici, con bpco, diabete, cardiopatie, quindi già con difese immunitarie indebolite, e i bambini portatori inconsapevoli del virus dal contesto scolastico o amicale alla famiglia. Mentre incide meno sugli anziani già ampiamente protetti dal vaccino. 

Le cause sono varie: non solo l'abbassamento della guardia nella quotidianità nei confronti del Covid e la repentina diminuzione delle temperature, ma anche una sempre maggiore mobilità delle persone”.

I sintomi e le terapie
L'influenza si manifesta con disturbi che interessano prevalentemente le vie respiratorie, mal di gola, raffreddore, tosse e febbre le manifestazioni prevalenti. Spesso in correlazione, possono verificarsi complicanze gastro-intestinali per l'abbassamento delle difese immunitarie. In caso di febbre alta solitamente vengono prescritti antipiretici e antinfluenzali, mentre la somministrazione di antibiotici è indicata solo quando lo stato febbrile persiste per più giorni e subentrano altri sintomi di maggiore gravità.

“In linea con l'attenzione al tema dell'antibiotico resistenza a livello nazionale e mondiale, mi preme ricordare che la febbre è la reazione naturale di difesa dell'organismo, che consente lo sviluppo degli anticorpi – sottolinea Tulino - La terapia antibiotica pertanto è consigliata solo in un secondo momento del decorso dell'influenza. L'automedicazione o affidarsi a Internet per trovare risposte di salute non è mai un bene e anzi potrebbe causare ulteriori problemi. In questi casi è sempre auspicabile chiamare semmai una volta in più il proprio medico piuttosto che affidarsi al 'sentito dire' o recarsi inopportunamente al pronto soccorso senza motivi di urgenza concreti”.

Gli accessi per sintomi simil-influenzali al pronto soccorso del San Donato, mostrano una situazione simile alle altre strutture della Asl, con una crescita del 30% circa da due settimane a questa parte e qualche caso di ricovero di persone anziane, già compromesse da altre patologie.

La vaccinazione
La priorità, analogamente a quella anti-Covid, sono i soggetti con patologie pregresse e gli anziani, il cui organismo dispone di minori difese. Dal 10 ottobre nella Sud est sono state somministrate 135.613 dosi di vaccino tra gli assistiti di medici di famiglia e pediatri e ospiti di RSA, a cui vanno aggiunte 1.264 dosi eseguite presso le farmacie. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno