Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:56 METEO:AREZZO13°25°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
mercoledì 29 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Thiago Motta e il viaggio on the road in motocicletta, da Bologna a Cascais in Portogallo: il video girato dalla moglie

Attualità mercoledì 27 marzo 2024 ore 09:00

La ​“Passione di Cristo” va in scena a San Zeno

La rappresentazione, giunta alla trentanovesima edizione, coinvolgerà decine di paesani per un suggestivo viaggio indietro nel tempo



AREZZO — Le suggestioni e le emozioni della Pasqua tornano in scena a San Zeno. Il piccolo paese alle porte della città sarà sede della trentanovesima edizione della “Passione di Cristo” che, dalle 21.00 di venerdì 29 marzo, rinnoverà un grande spettacolo volto a far rivivere momenti, personaggi, dialoghi e ambientazioni del calvario di Gesù terminato con la crocifissione. L’evento del Venerdì Santo, a partecipazione libera e gratuita, rappresenta un momento fortemente identitario e aggregativo per la comunità di San Zeno attraverso una mobilitazione collettiva con decine di paesani che, anno dopo anno, vengono coinvolti nei diversi ruoli della rappresentazione storica.

La “Passione di Cristo” nasce dalla sinergia organizzativa della parrocchia con il locale circolo Acli e fa inoltre affidamento sui patrocini del Comune di Arezzo, delle Acli di Arezzo e della Federazione Anziani e Pensionati delle Acli. Lo spettacolo permetterà di vivere un viaggio indietro di duemila anni tra figuranti in abiti storici, scenografie ispirate agli antichi romani e illuminazione con le fiaccole che faranno da scenario alla recitazione improntata su un copione scritto quarant’anni fa da don Fortunato Bardelli, con il collegamento alle origini dell’evento che sarà ribadito anche dal recupero delle musiche e delle canzoni che venivano utilizzate già negli anni ‘80. La rappresentazione verrà ospitata dal piazzale della parrocchia con le diverse scene della cattura nell’orto degli olivi, del processo da Ponzio Pilato e del calvario di Gesù, poi un elemento di novità sarà rappresentato dallo spostamento nel sagrato della chiesa con le scene più toccanti della crocifissione, del dialogo con i ladroni e del monologo conclusivo. Una particolare attenzione verrà orientata verso la ricostruzione storica attraverso la presenza diffusa di popolani e di romani, mentre ogni momento dell’evento sarà scandito da suoni e luci per proporre ai fedeli un’esperienza realmente immersiva. «La “Passione di Cristo” - commenta Daniele Santini, presidente del circolo Acli di San Zeno, - è un evento capace di cementare la nostra comunità e, allo stesso tempo, di aggregare spettatori da tutta la provincia. Questa rappresentazione è tra le più storiche del territorio ma il nostro impegno è di inserire, anno dopo anno, qualche elemento di novità con la duplice sfida di coinvolgere i presenti e di mantenerne orgogliosamente inalterata l’identità originaria. La volontà, dunque, è di proporre un evento capace di regalare momenti di emozione, riflessione e preghiera per fedeli di ogni età».


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno