Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:02 METEO:AREZZO15°25°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 25 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
L'Italia segna e il telecronista argentino impazzisce in diretta per il gol di Zaccagni
L'Italia segna e il telecronista argentino impazzisce in diretta per il gol di Zaccagni

Cronaca venerdì 29 novembre 2019 ore 09:34

La polizia bracca ed arresta due ladri

La coppia era stata scoperta a rubare nell'abitazione di due anziani, che hanno chiamato il 113 e permesso la cattura dopo un inseguimento



AREZZO — Due uomini di 23 e 34 anni, di nazionalità albanese e irregolari sul territorio nazionale, sono stati arrestati dalla polizia aretina in quanto ritenuti responsabili di alcuni furti in auto e nelle case.

L'operazione è scattata in seguito ad una segnalazione arrivata mercoledì mattina al 113: una coppia di anziani residenti nell'area di San Polo hanno riferito di chiari segni di un tentativo di intromissione all'interno della loro abitazione e poi di aver amaramente scoperto due ladri, subito datisi alla fuga nella campagna.

Gli agenti dell'ufficio prevenzione generale della questura di Arezzo, subito intervenuti sul posto, si sono messi sulle tracce dei ladri e sono riusciti ad arrestarli. Successivamente la polizia ha anche ricostruito che, durante la fuga tra le frazioni di Antria e Castellana, i due avevano rubato un'auto parcheggiata all’interno di una proprietà privata. Poi avevano abbandonato l'auto per proseguire la fuga a piedi ma, braccati anche da altre pattuglie della squadra mobile, non hanno avuto scampo.

Dalle successive perquisizioni i due sono stati trovati in possesso di un’altra auto rubata diversi giorni prima in provincia di Arezzo, nonché di orologi e bigiotteria di dubbia provenienza.

I due sono stati denunciati per violazione di domicilio aggravata, furto aggravato, furto in abitazione, ricettazione e violazione delle norme sull’immigrazione. All’udienza di convalida dell'arresto sono state disposte le misure cautelari degli arresti domiciliari per il capo della banda e del divieto di ritorno nella provincia di Arezzo per il suo complice, rinviando il processo per consentire i termini a difesa.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno