Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:55 METEO:AREZZO19°36°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 16 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Metsola ricorda Sassoli e l'Aula applaude: «Ho promesso di rendere onore alla sua eredità»
Metsola ricorda Sassoli e l'Aula applaude: «Ho promesso di rendere onore alla sua eredità»

Attualità mercoledì 28 ottobre 2020 ore 07:00

La rassegna Z Generation cade sotto al Dpcm

Il progetto teatrale rinviato a primavera. Il rammarico di Officine della Cultura



AREZZO — Doveva essere una festa del teatro ritrovato dopo la sospensione degli eventi programmati nel mese di marzo ed invece la rassegna “Z Generation meeths Theatre” perde ancora una volta il teatro.

"Avevamo previsto un’inaugurazione importante con la prima data del tour nazionale del cantautore Paolo Benvegnù – dice Luca Baldini, direttore artistico della rassegna – oltre alle nuove produzioni di Cantiere Artaud e Psicopompoteatro ma ora ci troviamo costretti a rimandare ancora una volta la rassegna e a rimandarla ben al di là dell’attuale chiusura delle sale dedicate allo spettacolo del recente Dpcm".

Difatti, se il Decreto firmato domenica scorsa chiude le sale fino al 24 novembre è ipotizzabile, nella difficoltà di presagire le scelte del Governo in tale materia, nonostante i gestori siano stati ligi ad applicare tutte le regole imposte alla programmazione ai fini del contenimento della pandemia, che tale chiusura possa essere prorogata con ben poco preavviso. Problematico dunque riprogrammare gli eventi in tempo brevi, sia per i gestori sia per gli artisti. Meglio andare direttamente alla prossima primavera nella speranza che le misure messe in campo da qui ai prossimi mesi siano tali da poter sperare in un ritorno definitivo dello spettacolo dal vivo.

"Anche se è ampiamente dimostrato che teatri e cinema sono luoghi sicuri dal punto di vista della diffusione del Covid e anche se non risulta che per andare a teatro o al cinema si affollino autobus, treni o metropolitane, nonostante tutti gli sforzi fatti in questi mesi per adeguare i nostri spazi e renderli luoghi sicuri, si è scelto di fermare tutto ciò che evidentemente appariva come rinunciabile, superfluo, senza considerare che l'arte, la bellezza, il sogno sono l'unico rifugio per le persone - Z Generation compresa - in questo momento di forzata solitudine" chiude Massimo Ferri invitando tutti coloro che erano interessati a seguire la rassegna “Z Generation meets Theatre”, precedentemente in programma per i giorni 5, 6 e 7 novembre tra Monte San Savino (Teatro Verdi) e Arezzo (Teatro Pietro Aretino), a restare in contatto con Officine della Cultura in attesa della programmazione delle nuove date.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno