Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:26 METEO:AREZZO10°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 25 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Joe Biden: «Donald Trump è un dittatore, vuole vendetta»

Attualità venerdì 22 marzo 2024 ore 18:00

La rinascita dei Giardini Porcinai

Nel progetto coinvolta Anna Porcinai Mazzi figlia dell'architetto Pietro Porcinai. Presentati i risultati del questionario rivolto ai commercianti



AREZZO — Un progetto sviluppato sulla base di un'analisi dettagliata del contesto storico e architettonico dell'area sviluppato dal Comune di Arezzo in collaborazione con la Soprintendenza. E' quello presentato oggi dall'assessore Alessandro Casi riguardo la riqualificazione dei Giardini Porcinai di viale Michelangelo, progetto che mira a valorizzare il contesto storico e urbano dell'area attraverso il restauro dell'architettura originale per un recupero che offrirà nuove opportunità e servizi alla comunità, oltre che promuovere la riappropriazione dello spazio pubblico. 

Il progetto di ristrutturazione, per la cui elaborazione è stata coinvolta anche Anna Porcinai Mazzi, figlia dell'architetto paesaggista Pietro Porcinai, mira ad aderire il più possibile al disegno originale, garantendo il mantenimento delle alberature, il ripristino delle aiuole laterali intersecate da percorsi e il disegno degli spazi verdi centrali. Le modifiche introdotte al progetto originario sono di lieve entità e riguardano principalmente i materiali utilizzati per le pavimentazioni e il disegno delle aiuole in prossimità dei bastioni e delle due teste dei giardini. Il progetto prevede anche una nuova pavimentazione in pietra, in continuità con le altre pavimentazioni del centro cittadino in prossimità dei bastioni di Santo Spirito, mentre i percorsi interni dei giardini saranno costituiti da cemento drenante color sabbia. I giardini ristrutturati faciliteranno inoltre l'accessibilità regolarizzando le pendenze, rinnovando gli arredi urbani e rendendo più sicuri gli spazi con l'installazione di un nuovo sistema di illuminazione e di videosorveglianza a cui verrà data particolare attenzione. Inoltre i lavori comprenderanno la demolizione dei materiali della pavimentazione esistente, come asfalto e ghiaia, la potatura delle alberature, la piantumazione di nuovi alberi e l'adeguamento della rete fognaria.

“Si tratta di un progetto che mira a preservare e valorizzare la struttura, la bellezza e la coerenza originali dei Giardini Porcinai, così come sono stati concepiti dal loro progettista – ha dichiarato l'assessore Alessandro Casi. - La ristrutturazione non solo ripristinerà il loro fascino originario, ma valorizzerà anche il ruolo urbano di un'area centrale, rendendola un collegamento ancora più significativo tra il centro storico della città e la stazione ferroviaria. Si tratta di un progetto fondamentale per il Comune di Arezzo, che valorizza la bellezza e la funzionalità dell'ambiente circostante la città e ne promuove la storia, il patrimonio e la cultura. L'Amministrazione si impegna a realizzarlo e a proseguire nello sforzo di valorizzazione degli spazi pubblici urbani della città”.

“La riqualificazione dei Giardini Porcinai, vero gioiello custodito nel nostro centro, è parte importante di tutta una serie di interventi che hanno come obiettivo quello della ricucitura della città e della restituzione ai cittadini di spazi votati alla socialità. Un programma di lavori teso non soltanto a valorizzare il patrimonio architettonico ed urbanistico ma anche a migliorare la sicurezza dei luoghi”, ha detto l'assessore Francesca Lucherini.

“La riapertura dal 18 novembre scorso del punto informazioni turistiche in piazza della Stazione e l'individuazione di una fermata su via Spinello, prossima ai Giardini, del minibus turistico che prenderà servizio a partire dal mese di aprile rappresentano due presidi importanti che contribuiranno senza dubbio alla maggiore sicurezza della zona”, ha sottolineato l'assessore Simone Chierici.

“La sicurezza dell'area è l'altro aspetto fondamentale che sta alla base di questo progetto di recupero e riqualificazione, e in particolare l'incremento del sistema di videosorveglianza dal quale dipende anche la percezione della sicurezza stessa da parte dei cittadini ci avvicinerà sempre più a quel modello di smart city verso il quale tendiamo fin dall'inizio di questa legilsatura”, ha sottolineato il consigliere Francesco Palazzini.

L'incontro sul progetto di riqualificazione dei Giardini Porcinai ha offerto anche l'occasione per la presentazione dei risultati del questionario sottoposto ai commercianti che operano nella zona e che è stato prodotto, distribuito e raccolto dagli operatori di strada dell'associazione D.O.G. con l'obiettivo di analizzare le percezioni in merito alle dinamiche sociali che insistono nell'area e di rilevare le differenze durante alcuni periodi dell'anno. Ai commercianti è stato chiesto di valutare, tra gli altri, il grado di decoro urbano, di sicurezza e rumore oltre a dare opinioni su come affrontare in modo efficace gli aspetti sociali e migliorare il livello di collaborazione con le autorità locali e sulle aspettative legate alla riqualificazione. 80 gli esercizi commerciali censiti e 74 i questionari compilati, dai quali sono emerse problematiche, criticità e proposte. Tra i suggerimenti, maggiore illuminazione e decoro della zona, aumento della presenza di forze dell'ordine, programmi di assistenza per le persone senza fissa dimora, promozione di attività culturali e ricreative inclusive.

“Riqualificazione urbana ma anche riqualificazione della sicurezza e della vivibilità di un luogo che presenta oggi indubbiamente alcune criticità. Questo percorso di ascolto ha evidenziato la grande volontà, da parte di chi ne è stato partecipe, di farsi cittadini attivi e propositivi dando segnali e indicazioni precise che per l'Amministrazione diventeranno un termometro importante delle priorità da affrontare. Il risultato del sondaggio rappresenta un punto di partenza così come a lavori ultimati comincerà la sfida rispetto a tutto quello che potremo fare per consolidare la sicurezza sociale. Va da sè che oggi è partita una storia nuova e il patto tra cittadini e istituzioni procede speditamente”, ha concluso il vicesindaco Lucia Tanti. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno