Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:45 METEO:AREZZO19°34°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 20 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Maxi-rissa fra borseggiatori e passeggeri in metro
Maxi-rissa fra borseggiatori e passeggeri in metro

Cronaca lunedì 02 gennaio 2017 ore 15:12

L'identità delle mummie nei registri dei Laici

Il rettore della Fraternita Pier Luigi Rossi ha iniziato a consultare i documenti di morte per dare un nome e un volto alle 9 persone



AREZZO — Saranno consultati i registri dell'ente Fraternita dei Laici per risalire all'identità delle nove mummie datate tardo Rinascimento, ritrovate 20 anni fa nel sottosagrato della Basilica di San Francesco ad Arezzo e scomparse poi nel nulla. 

Il caso, sollevato dal Corriere di Arezzo, ha portato prima a ipotizzare che le mummie fossero state nuovamente inumate, poi che potrebbero trovarsi in un deposito ad Arezzo. Sull'identità, rimasta sconosciuta, gli studi, quando furono rinvenute, si erano concentrati in particolare su una delle nove mummie: l'abbigliamento elegante ed altri particolari avevano fatto pensare alla moglie dell'artista aretino Giorgio Vasari o a una Bacci, famiglia che aveva commissionato la Leggenda della Vera Croce a Piero della Francesca

Ora cercherà di fare chiarezza la Fraternita dei Laici che dal Quattrocento dispone dei registri dei morti. Pierluigi Rossi, primo rettore della Fraternita, da stamani, insieme alla dottoressa Alessandra Baroni, ha iniziato a consultare i registri di morte che sono conservati nel Palazzo della Fraternita. "Partendo da questa domanda - spiega - ho deciso di mettermi al lavoro. Insieme alla dottoressa Alessandra Baroni da oggi guarderemo chi erano le nove persone sepolte a San Francesco". 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno