Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:26 METEO:AREZZO11°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 25 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Joe Biden: «Donald Trump è un dittatore, vuole vendetta»

Attualità sabato 19 settembre 2020 ore 08:02

Mascherine gratuite distribuite tra i banchi

Un pacchetto ad ogni alunno. Dispositivi Made in Italy per far fronte all'esigenza quotidiana di indossarli e averli di scorta



AREZZO — Nei giorni scorsi anche i bimbi aretini, almeno di alcune scuole, sono tornati a casa, con un pacchetto trasparente, contenente una bella scorta di mascherine Made in Italy.

Ne sono stati provvisti direttamente tra i banchi e la fornitura è assolutamente gratuita. Una disposizione prevista dal Commissario straordinario proprio per far fronte all'emergenza e limitare la diffusione del contagio.

La riapertura delle scuole rappresentava una grande incognita. Ancora sono trascorsi pochi giorni e gli Istituti hanno già richiuso i battenti per le elezioni. Altri, in Casentino, per alcune positività, già prima di ricominciare con le lezioni in presenza.

Resta il fatto che le mascherine sono indispensabili per tornare e stare in aula. I ragazzi le devono indossare sempre, a meno che non siano seduti e a distanza di almeno un metro dagli altri o dagli insegnanti.

La ricreazione si fa al banco. Poi una volta finito, se lo studente si alza, deve alzare pure la mascherina. Medesima precauzione da rispettare per andare al bagno.

L'igienizzazione delle mani viene fatta sia all'ingresso la mattina, con il suono della prima campanella, che nel corso della giornata. Ad esempio prima di fare colazione. Mentre le manine, e questo va ribadito soprattutto ai più piccoli, devono essere lavate bene e spesso con acqua e sapone, soprattutto dopo essere stati al bagno.

Una fornitura gratuita di mascherine, consegnate direttamente a scuola dalle mani di bidelli e insegnanti, fa tirare un sospiro di sollievo anche ai genitori, dato che ogni giorno è necessario non solo portare quella indossata, ma l'alunno deve essere sempre provvisto, nello zaino, di una mascherina di scorta. Da bimbi, ovviamente, è più facile perderla, lasciarla da qualche parte o che cada a terra. 

I nostri bambini e ragazzi, comunque, stanno dimostrando grandissima diligenza. Bravi!


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno