Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:27 METEO:AREZZO12°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
mercoledì 24 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Nave da crociera in fase di ormeggio finisce contro la banchina in Turchia

Attualità sabato 20 maggio 2017 ore 22:30

"Matrignano, scuola di contraddizioni pubbliche"

"Soddisfatti per la riapertura, ma restano troppe contraddizioni". Con queste parole il comitato commenta la recente delibera per la variazione del programma triennale del comune



AREZZO — “Dopo la recente seduta del Consiglio comunale – recita la nota del comitato –, non possiamo che confermare due elementi: siamo soddisfatti che il prossimo anno la scuola di Matrignano resterà aperta ma vediamo il suo futuro completamente avvolto dalla nebbia. E ci riferiamo all'approvazione del Piano triennale delle opere e alle dichiarazioni rese dall'Amministrazione che appaiono contraddittorie.

Alcuni esempi? Ci è stato detto che il piano sulla riorganizzazione delle scuole per l’infanzia era in fase di studio ma che comunque l’offerta sembrava eccedere rispetto alla domanda. Poi scopriamo che sono già in programma investimenti: una nuova sezione materna alla scuola Sante Tani e una alla Margaritone, più una nuova scuola per l’infanzia in zona Tortaia. Una domanda: seancora il piano non esiste, in base a quale logica agisce il Comune? Le scuole materne sono troppe o troppe poche?

La confusione diventa ancora più fitta quando si affronta il tema specifico di Matrignano. Prima ci è stato detto che con la cifra necessaria per la ristrutturazione si poteva fare un plesso nuovoma la copertura non c’era. Alla proposta di un genitore di farsi carico delle spese di demolizione, ci è stato promesso che si sarebbe valutato come rendere ricevibile questa offerta. Nel frattempo l’onorevole Baldassarre ha indicato all’assessore competente le procedure per ottenere fondi più cospicui partecipando ad un nuovo bando per l’attribuzione di finanziamenti ministeriali”.

Dalla contraddizioni si passa poi ad affermazioni non accettabili. Durante l’incontro del 9 Maggio, ci è stata attribuita la responsabilità di non aver potuto procedere alla costruzione di una nuova scuola perché ci siamo rifiutati di lasciare il plesso. Peccato che in tutte le dichiarazioni pubbliche abbiamo sempre affermato che avremmo lasciato l’edificio non appena i lavori di ristrutturazione/ricostruzione fossero stati certi e in procinto di avviare.

Come se questo non bastasse, non corso dell'ultima seduta del Consiglio comunale, l’amministrazione ha trasformato in un merito la mancata costruzione di un nuovo edificio a Matrignanoperché in quel modo sarebbero state tolte risorse ad altre scuole. Noi che fin da subito ci siamo attivati per scongiurare la chiusura siamo orgogliosi del risultato ottenuto ma stentiamo a capire il filo logico seguito nelle varie dichiarazioni e quali siano i reali obiettivi perseguiti dalla giunta”.

“A questo proposito – prosegue la nota – vorremmo fare un’ulteriore puntualizzazione: chi ha avuto modo di ascoltare la nostra voce sa che la nostra battaglia è stata fin dall’inizio per il diritto di tutti i bambini aretini di vivere la scuola in sicurezza e in armonia con il diritto di scelta, non certo per l’ottenimento di un qualche privilegio. Consigliamo pertanto di evitare qualsiasi tipo di allusione al fatto che le risorse impiegate a Matrignano comporterebbero un danno per altre zone del territorio non solo perché mettere gli interessi di alcuni cittadini contro quelli di altri non è mai producente soprattutto se fatto da chi amministra; ma anche perché la cifra di 600.000 euro era stata stabilita e approvata dal consiglio comunale stesso non certo proposta o pretesa da noi e in secondo luogo perché con un avanzo di bilancio di oltre 4 milioni di euro dall’anno precedente c’erano tutti i margini di manovra per sanare anche le altre situazioni più urgenti”.

“In conclusione – tengono a sottolineare i genitori dei piccoli alunni della scuola di Matrignano – chiediamo cortesemente in ossequio agli impegni assunti dall’amministrazione comunale un dettaglio degli interventi e della tempistica prevista, cosa che auspichiamo facciano anche le famiglie delle altre comunità aretine interessate da interventi”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno