Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:00 METEO:AREZZO13°22°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
mercoledì 22 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sesso e mafia - La depravazione è femmina: La Torre e il suo fratellastro

Lavoro giovedì 28 aprile 2022 ore 11:10

La famiglia Sanarelli artefice del futuro della maglieria

La famiglia Sanarelli

L'azienda di Arezzo Mely's Maglieria è un riferimento nel settore. Dalle partnership con le maison del lusso, al polo produttivo del Made in Italy



AREZZO — Un’azienda storica e moderna, radicata nel territorio ma allo stesso tempo dalla forte vocazione cosmopolita. Affonda le sue radici nella tradizione artigiana, di cui si fa custode con le oltre cinquemila tirelle conservate in azienda e l’ archivio storico dei capi finiti, ma che sa essere anche artefice del futuro trasmettendo l’eccellenza e coltivando talenti con sessioni di formazione e training on the job rivolte alle nuove generazioni. Un punto di riferimento indiscusso nel settore della maglieria, fonte di ispirazione per gli stilisti di tutto il mondo che si affidano all’eccellenza del Made in Italy per creare le loro collezioni. 

Parliamo di Mely’s Maglieria, uno dei massimi rappresentanti di un’arte artigianale complessa e sofisticata. Fondata nel 1956 da Italo Sanarelli e Amelia Donati oggi è guidata dal figlio Marco insieme alla moglie Daniela, coadiuvati dalle tre figlie, rappresenta una realtà di eccellenza a livello internazionale, collaborando con le principali maison della moda, aggiungendo il “tocco” e l’eccellenza italiana nella realizzazione di capi di lusso. 

Marco Sanarelli

La Toscana è il polo dell’industria e della manifattura tessile italiana. Proprio tre aziende del territorio, Ciemmeci Fashion Srl, Giuntini SpA e Mely’s Maglieria Srl, hanno dato origine al primo polo produttivo dell’abbigliamento di lusso, la Florence SpA. Un progetto industriale di alto profilo, a cui oggi partecipano altre 12 aziende, realizzato insieme alla holding di investimenti di private equity VAM Investments e il Fondo Italiano d’Investimento SGR. 

Florence detiene il 100% delle tre aziende e i rappresentanti delle tre famiglie fondatrici continuano a svolgere la guida operativa delle tre società. Attiva da oltre 67 anni ad Arezzo, Mely’s è ambasciatrice del savoir faire italiano. Da laboratorio artigianale con la produzione affidata alle sapienti mani della signora Amelia a una produzione sempre più strutturata e industrializzata che negli anni ha conquistato i grandi nomi dell’alta moda, diventando un punto di riferimento del luxurywear rigorosamente made in Italy.

La sede dell'azienda Mely's Maglieria

Il segreto dell’eccellenza di Mely’s è racchiuso nell’armonica alternanza di gesti e macchinari, nella compresenza di conoscenze tecniche, tecnologiche, manuali e artigianali che sanno interpretare i desideri e trasformare le idee di stilisti e designer. Manualità e passione, specializzazione e alta tecnologia si coniugano così per realizzare prodotti artigianali di lusso. Dal prototipo al processo industriale ogni fase è seguita da un reparto tecnico con personale altamente qualificato. Per ogni capo è previsto l’intervento degli specialisti perché proprio il lavoro artigianale, invisibile ma prezioso, è l’indispensabile complemento di un prodotto di alto livello, per le produzioni importanti ma anche per le piccole produzioni, i capi personalizzati, gli ordini speciali e le richieste ad personam della clientela più sofisticata. 

Mely’s ha un rapporto viscerale e responsabile con il territorio circostante, che è fonte di ispirazione e motivo di orgoglio. Attenta alla sostenibilità ambientale ne ha fatto negli anni un’altra chiave di successo e garanzia di affidabilità. I temi green guidano le scelte del management e permeano gli ambienti di produzione con attività concrete come l’installazione di pannelli fotovoltaici le varie raccolte differenziate e l’adesione al progetto Re.Verso® che permette il recupero degli scarti di lavorazione che vengono inviati a Green Line per essere riciclati in materie prime di seconda generazione.

Paolo Castiglia
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno