Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:47 METEO:AREZZO14°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 22 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Letizia Moratti balla e canta con Ivana Spagna sulle note di «The Best»

Cronaca giovedì 14 luglio 2016 ore 19:07

Morì in Spagna cadendo da balcone: rinvio udienza

Il processo a Federico Basetti ed Enrico D'Antonio è slittato al 24 novembre. I due giovani sono imputati per favoreggiamento e false dichiarazioni



AREZZO — E' stato rinviato al 24 novembre il processo a Federico Basetti e Enrico D'Antonio di 23 e 22 anni, i due giovani aretini imputati per favoreggiamento e false dichiarazioni al pm nell'ambito dell'inchiesta sulla morte di Martina Rossi, la studentessa genovese di 20 anni che il 3 agosto 2011 è morta precipitando dal balcone di un albergo a Palma di Maiorca. 

La decisione del rinvio presa dal giudice genovese Paolo Lepri è stata quella di valutare se sospendere il procedimento in conseguenza dello stato d'indagine dell'inchiesta principale della procura di Arezzo riguardante i due amici degli imputati, Alessandro Albertoni e Luca Vanneschi, aretini, indagati per la morte della ragazza

All'udienza-filtro di oggi erano presenti i genitori di Martina, Bruno Rossi e Franca Murialdo, che intendono costituirsi parti civili assistiti dagli avvocati Stefano Savi e Micaela Calzetta. L'inchiesta era nata a Genova ma il pm aveva trasmesso gli atti alla procura di Arezzo per Albertoni e Vanneschi mentre il procedimento riguardante Basetti e D'Antonio è rimasto a Genova perché, secondo l'accusa, i due avrebbero reso dichiarazioni false al pm genovese, tacendo tutto o in parte ciò che sapevano in relazione agli eventi che hanno portato alla morte della ragazza.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno