Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:AREZZO10°24°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 18 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Una lince rossa si intrufola nel giardino del resort

Attualità giovedì 22 dicembre 2022 ore 19:37

Natale, il vescovo dai malati dell’ospedale

Monsignor Migliavacca vicino ai pazienti e agli operatori. È voluto andare al pronto soccorso, in pediatria e in geriatria



AREZZO — “Una parola di speranza e di vicinanza della Chiesa ai malati”. È quella che il Vescovo di Arezzo Cortona Sansepolcro Mons. Andrea Migliavacca ha portato oggi pomeriggio ai pazienti dell'ospedale San Donato durante la sua prima visita all'ospedale aretino. Ad accoglierlo la Direzione aziendale ed il direttore del Presidio ospedaliero Aretino, Casentino, Valtiberina e Valdichiana Aretina, dr.ssa Barbara Innocenti insieme ai cappellani, al referente dei medici cattolici e a tutto il personale. 

Il direttore generale Antonio D'Urso ha illustrato i punti di debolezza e quelli di forza dell'azienda che rappresenta oltre il 50 per cento del territorio toscano con i suoi 11 mila dipendenti e un fatturato da un miliardo e 700 milioni di euro, parlando degli investimenti da 80 milioni di euro che cambieranno il volto del San Donato. “Ringrazio il vescovo per essere qui oggi – dice D'Urso – Con lei mi piacerebbe avviare un percorso di condivisione per i prossimi anni sulla struttura e sui progetti che la Asl ha per questa comunità”.  A ringraziare il vescovo per la visita anche il direttore amministrativo Antonella Valeri che oggi non ha voluto parlare di numeri, ma della speranza che porta con sé questa visita, ed il direttore dei servizi sociali Patrizia Castellucci che ha illustrato le attività dell’azienda vicina con l’alta integrazione ai bisogni socio sanitario sempre più diffusi anche nelle nostre province. “Noi in Asl Tse non facciamo solo la presa in carico dei pazienti ma come amiamo dire, prendiamo in cura le persone – sottolinea il direttore sanitario Simona Dei – Quando queste si sentono accolte anche i farmaci funzionano meglio e le terapie hanno più successo. Non sempre possiamo guarire le persone ma per noi la vita ha una dignità dall'inizio alla fine ed è questa che vogliamo garantire in ogni modo”.

“La visita in ospedale è una tappa importante per me – dichiara monsignor Andrea Migliavacca, vescovo di Arezzo Cortona Sansepolcro -. Il malato è sacro e l'ospedale è uno dei luoghi più sacri di una città, nei quali bisogna entrare in punta di piedi. È importante l'incontro con chi vive la sofferenza. Il mio desiderio, dopo il mio arrivo alla Diocesi di Arezzo, è stato quello di incontrare i malati per portare una parola di speranza e di vicinanza della Chiesa, una parola di augurio di salute e augurio di buon Natale”. 

“L'occasione di incontro con i malati – prosegue mons. Migliavacca - è anche occasione di incontro con l’Ospedale e con tutto ciò che comporta: dalla Direzione fino a tutto il personale, i volontari, tutti quelli che vivono questa realtà così preziosa”. E rivolgendosi agli operatori presenti in auditorium li ha ringraziati per il lavoro che fanno ogni giorno, dicendosi disponibile in ogni momento al dialogo con loro. Monsignor Migliavacca ha chiesto, poi, di visitare il pronto soccorso dove ha portato il suo saluto ai pazienti. Quindi la visita è proseguita nel reparto di geriatria dove ha incontrato e salutato gli anziani ricoverati. Ultima tappa la pediatria e infine il reparto di neonatologia e Terapia intensiva neonatale.
”Vorrei tornare presto e visitare tutto l'ospedale” ha detto monsignor Migliavacca al termine della visita.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno