Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:00 METEO:AREZZO10°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 23 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Zingaretti: «Ho scoperto di avere un neo che era un tumore maliglio. Mi sono salvato grazie alla prevenzione»

Attualità giovedì 17 dicembre 2020 ore 12:05

Decreto Natale, l'incertezza riaguzza l'ingegno

Estetiste, negozi di scarpe e abbigliamento per adulti si vedono a rischio di nuove chiusure. Così anticipano appuntamenti e vendite



AREZZO — Mentre bar e ristoranti si portano dietro fin dalle prime restrizioni l'obbligo di non poter accogliere clienti, ma devono avvalersi solo dell'asporto o della consegna a domicilio, o i parrucchieri invece hanno sempre potuto tenere aperto, altre categorie continuano a rimanere in bilico, tra stop all'attività e ripartenze con il contagocce.

Stiamo parlando di estetiste, negozi di scarpe o abbigliamento per adulti, gioiellerie. Le ipotesi, attualmente, spaziano dal fatto che domenica, 20 dicembre, la Toscana possa tornare gialla, per poi ridiventare arancione o addirittura rossa, nel giro di pochissimo, proprio a ridosso delle feste. Per quanti giorni però non è ancora chiarissimo. Perché potrebbero essere solo festivi, o prefestivi, oppure il blocco potrebbe andare avanti fin dopo l'Epifania.

Quindi, alcuni commercianti e lavoratori nel mondo del benessere stanno vivendo ancora ore di incertezza. Così cercano di dare informazioni alla clientela e dirottarla in date che non dovrebbero essere a rischio chiusura, giocando di anticipo rispetto al Natale.  Qualcuno sta già spostando appuntamenti, come altri invitano a chi volesse acquistare nel suo negozio ad andarci prima.

L'ultima parola, naturalmente, spetta al Governo. E l'auspicio è che i chiarimenti arrivino nelle prossime ore. Anche per i cittadini. Cenoni o pranzo di Natale sono al bando, questo è stato ribadito più volte. L'epidemia c'è ancora ed è sotto agli occhi di tutto. Per un territorio come il nostro è difficile comprendere il fatto di non potersi spostare da una località all'altra. Consideriamo l'intera provincia quasi come un'unica grande realtà. Ed è facile che ci siano famiglie divise che risiedono in città o in vallate diverse, anche perché le distanze sono minime. Ma siamo certi che, qualsiasi saranno le limitazioni, gli aretini dimostreranno ancora grande senso di responsabilità.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno