Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:12 METEO:AREZZO14°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 27 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Mattarella rende omaggio alla Marina sulla nave fregata Bergamini a Cipro

Attualità sabato 21 marzo 2020 ore 10:15

Numero di contagi e ricoveri, l'analisi di D'Urso

Antonio D'Urso, direttore generale Asl sud-est

Nell'area di Arezzo, Siena e Grosseto basso il totale dei positivi, in controtendenza con i dati regionali. Direttore Asl: "Non abbassiamo la guardia"



AREZZO — Il direttore generale della Asl sud-est, Antonio D’Urso, snocciola i numeri relativi a contagi e ricoveri nell’area di Arezzo, Siena e Grosseto.

“ Fino ad oggi sono stati effettuati 3300 i tamponi a soggetti sintomatici su un totale di 843.000 abitanti. Di questi 3300 tamponi, solo il 10% è risultato positivo pertanto, il restante 90%, pur presentando sintomi respiratori, era affetto da semplice influenza. La maggioranza dei positivi, circa i 2/3, sono attualmente in isolamento domiciliare, sotto osservazione del medico di famiglia che ne disporrà il ricovero in caso di necessità - afferma D'Urso

La situazione generale dell’area sud-est è abbastanza sotto controllo. Le persone che quotidianamente  contraggono l'infezione, sull'intero territorio dell'area sud est, è in netta controtendenza rispetto all’andamento di altre regioni italiane, dove si registrano picchi di contagio elevati.

“Anche se i numeri dell’area sud-est sono abbastanza piccoli, non dobbiamo abbassare la guardia, anzi, è proprio grazie all’elevato livello di allerta che questi dati risultano  pressoché stazionari - sostiene D’Urso – per questo, ora più che mai, dobbiamo mantenere alta la guardia”.

Proprio per garantire il massimo grado di efficienza e prevenzione del contagio, gli ospedali dell’area sud-est hanno subito una decisiva riconversione.

“Dobbiamo far sì che l’ospedale garantisca sempre il massimo livello di sicurezza e qualità di assistenza – afferma Antonio D’Urso – per questo sono state allestite tende di pre-triage prima del pronto soccorso, per chi abbia sintomi respiratori. Il controllo della temperatura, poi è obbligatorio per ogni soggetto che voglia accedere alla struttura sanitaria. L’ospedale deve essere un centro di assistenza e non di moltiplicazione di contagio".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno