Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:30 METEO:AREZZO10°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 23 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Trento, fischi e striscioni degli ambientalisti contro Salvini. Il ministro: «Voi volete le auto elettriche prodotte in Cina dove bruciano il carbone»

Attualità martedì 12 gennaio 2021 ore 10:15

Orientamento scolastico, una mano da Confindustria

Giacomo Cretella, presidente giovani imprenditori Toscana Sud

L'associazione segue studenti e famiglie per individuare il miglior percorso di studi in grado di aprire ai ragazzi le porte del lavoro



AREZZO — E' tempo di scegliere il percorso di studi che porterà i ragazzi al mondo del lavoro. Così Confindustria Toscana Sud decide di accompagnare genitori e studenti in questo difficile percorso.

L'associazione mette a punto un dettagliato piano di comunicazione in grado di fornire tutte le indicazioni necessarie a questa difficile scelta.

E’ una decisione importante e complessa, la base su cui i ragazzi devono guidare il loro volere deve partire dalle loro passioni ed interessi ed al contempo la raccolta di maggiori informazioni possibili su tutti gli aspetti coinvolti.

"Come Confindustria Toscana Sud vogliamo portare in questo campo l’esperienza di tutto il nostro staff che si occupa di formazione ed il mondo delle aziende che ricerca figure professionali da inserire nella loro attività. Tutto questo per dare degli spunti in più nella valutazione che famiglie e studenti devono svolgere.
Per fare questo abbiamo deciso di divulgare tramite i social un video messaggio che sintetizza questi aspetti, ci siamo messi a disposizione per dare il nostro contributo nell’attività di orientamento portata avanti dalle scuole, parteciperemo a dibattiti tv e web su queste tematiche".

Questa situazione comporta da una parte un inaccettabile livello di disoccupazione giovanile, e dall’altra tanti posti di lavoro che rimangono vuoti. Pensate che circa il 40% della disoccupazione italiana deriva proprio da questo fenomeno.

E’ inoltre importante sottolineare che le analisi effettuate dagli istituti che si occupano del mercato del lavoro prevedono che nel prossimo quadriennio 2020-2024 le professioni specialistiche e tecniche saranno le più ricercate e che le competenze che compongono tali professioni sono a prevalenza digital e green.

“In un momento di forte incertezza e profondi cambiamenti sociali ed economici abbiamo il dovere di puntare sulla formazione e sulla cultura – dice Giacomo Cretella, presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Toscana Sud - mi rivolgo principalmente alle ragazze e ai ragazzi che stanno vivendo il loro percorso di crescita, rallentati da decisioni governative tardive e qualvolta inappropriate. Le Scienze e le Arti sono i due ingredienti che hanno generato la grandezza dell’uomo nella storia. Stiamo vivendo un cambiamento ontologico, e solo attraverso la ricerca e lo sviluppo potremmo scrivere un capitolo virtuoso del nostro presente. Confindustria è sempre stata proattiva sul tema della formazione così da agevolare le scelte che le famiglie e gli studenti dovranno prendere, convinta che il capitale umano sia il motore della crescita del tessuto produttivo del nostro territorio”


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno