Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:06 METEO:AREZZO14°22°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 20 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, Giornata Mondiale delle Api: da piazza del Popolo a Villa Pamphilj arrivano gli «spacciatori» di semi di fiori

Attualità martedì 12 maggio 2020 ore 09:30

Nascite sicure al San Donato, nessun baby Covid

Aumento di parti nel primo trimestre dell'anno. Tutti i neonati negativi al tampone. L'ospedale garantisce un percorso protetto a neomamme e bambini



AREZZO — Massima tutela e garanzie alle partorienti del San Donato. Il primo trimestre dell'anno registra un aumento nelle nascite e nessun bimbo positivo al Covid.

“Siamo rimasti nel nostro reparto in ospedale ma abbiamo rivoluzionato il modo di lavorare. Con un obiettivo: garantire la massima sicurezza. Ricorda Ciro Sommella, direttore dell’unità operativa. Ogni futura mamma si è sottoposta al tampone alla 39esima settimana. Quindi avevamo e abbiamo la certezza che quando entrava o entra in ospedale è “negativa” al Covid.  Il nostro reparto è stato rigidamente “tagliato” in due: aree separate, accessi diversi, percorsi diversi e personale diverso. E questo per avere la certezza che la donna entrasse e uscisse negativa. E con lei la bambina o il bambino”. 

Una volta appurata l'assenza di sintomi, anche per il padre è garantito l'accesso alla sala parto. Unica novità è la brevità della degenza, ridotta, quando possibile, da 72 a 48 ore.

L’Unità operativa si è organizzata per garantire i tradizionali servizi consultoriali e di guida ai genitori nel follow up dei neonati, la diagnostica prenatale invasiva (amniocentesi e villocentesi), l'ecografia del cuore fetale, nonché le attività ambulatoriali della gravidanza gemellare e della gravidanza a rischio. È stato sempre garantito, ovviamente su richiesta, anche il parto indolore con epidurale e la certezza della gestione delle gravidanze complicate grazie alla salda collaborazione con la neonatologia guidata dalla dottoressa Letizia Magi, e da un team di rianimazione sempre pronto in caso di necessità.

"In sintesi, conclude Sommella, abbiamo garantito la madre nel suo percorso di avvicinamento al parto e abbiamo fatto in modo che questo avvenisse in completa sicurezza”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno