Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:53 METEO:AREZZO11°26°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 12 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Neymar distratto dal telefono gioca a poker durante la festa di compleanno della figlia

STOP DEGRADO venerdì 18 giugno 2021 ore 11:05

Parcheggio Pietri, un letto di spazzatura

I resti e rifiuti delle serate sono sparsi ovunque, soprattutto sul muretto che costeggia le aree di sosta. "È così ogni mattina", dicono i cittadini



AREZZO — Le serate all'aperto a bere e divertirsi sono diventato ormai un must per le giovani generazioni. Ma sono anche un problema per molti motivi: il troppo alcol che circola, le violenze che derivano dall'ubriachezza, ma anche l'incredibile montagna di rifiuti - bottiglie vuote, bicchieri abbandonati e cartacce di ogni genere - che restano al suolo, sui muretti, davanti ai portoni. Accade un po' ovunque in città, lo abbiamo documentato in varie occasioni.

Ha dell'incredibile quello che abbiamo trovato questa mattina al parcheggio Pietri, accanto e intorno all'accesso alle scale mobili, che dovrebbero agevolare l'arrivo in pieno centro storico degli aretini, ma anche e soprattutto dei turisti. Come ad esempio Robert Downey Junior, il popolare Iron Man, che pochi giorni fa parcheggio l'auto proprio nelle aree sosta sotto il Duomo, prima di visitare Arezzo.

È un vero e proprio letto di rifiuti. Bicchieri vuoti e semivuoti a decine, abbandonati ovunque. Intere bottiglie, anche di superalcolici, che indicano come non siano solo i clienti del bar antistante, a scegliere il muretto del parcheggio come luogo di ritrovo per passare le serate. È degradante guardare dal parcheggio verso le mura medicee, perché è letteralmente impossibile non vedere l'ammasso di spazzatura abbandonata nella serata precedente.

"È così ogni sera e ogni mattina - a parlare sono due residenti della zona che passeggiavano con i cani - la sera c'è una gran quantità di giovani, fino a tardi, tutti bevono e consumano, per poi abbandonare i loro rifuti in questo modo". Ma la cosa peggiore è forse dover prendere atto di come questa sia una problematica diffusa ovunque, non limitata solo ad alcune zone, limitrofe ai soliti locali e alle solite piazze della movida.

Giulio Cirinei
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno