Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:00 METEO:AREZZO15°27°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 22 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Rocco Hunt canta sul volo Venezia–Bari: dal microfono degli assistenti di bordo canta il brano «Musica italiana»
Rocco Hunt canta sul volo Venezia–Bari: dal microfono degli assistenti di bordo canta il brano «Musica italiana»

Sport sabato 19 dicembre 2020 ore 06:00

Una parentesi per lo sport dal 20 al 23 dicembre

Qualcosa cambia con la zona gialla, anche se le modifiche sono poche. Il CSI di Arezzo fa chiarezza sulle regole per i quattro giorno prima di Natale



AREZZO — La Toscana tonerà in zona gialla da domani. Un cambiamento che durerà in realtà solo pochi giorni, perché dal 24 entreranno in vigore le restrizioni previste dal Governo per le prossime festività. Essere di nuovo considerati in zona con il minor rischio di contagio da Covid-19, avrà ripercussioni anche sul mondo dello sport. Per quanto le modifiche reali siano poche, il Csi vuole fare chiarezza su cosa cambierà per le giornate dal 20 al 23 dicembre.

Si potrà fare attività motoria all’aperto senza limiti di spostamento tra comuni e regioni. Consentite quindi passeggiate nel verde o in centro, anche all’interno di parchi pubblici, indossando la mascherina e mantenendo almeno 1 metro di distanza dalle altre persone. Permessa anche l'attività sportiva all’aperto senza limiti di spostamento tra comuni e regioni. In questo caso si intende una corsa, un giro in bicicletta. Non c’è obbligo di mascherina, ma bisogna mantenere una distanza interpersonale di almeno 2 metri.

Concessa l’attività sportiva di base e l’attività motoria presso centri e circoli sportivi, sia pubblici sia privati. A meno che non si tratti di una competizione riconosciuta di rilevanza nazionale, rimangono vietati gli sport di contatto: non si può giocare a calcetto o a basket al parco, non si possono fare allenamenti di gruppo a livello amatoriale. Tennis e padel, che non rientrano negli sport di contatto, si possono praticare nei centri sportivi all’aperto predisposti per queste attività.

Restano invece sospese l’attività sportiva dilettantistica di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto. Ed anche tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto, anche se aventi carattere ludico-amatoriale.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno