Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:00 METEO:AREZZO10°22°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 23 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Trento, fischi e striscioni degli ambientalisti contro Salvini. Il ministro: «Voi volete le auto elettriche prodotte in Cina dove bruciano il carbone»

Sport lunedì 15 novembre 2021 ore 09:20

Ristori dal Comune per le società sportive

Il bando riguarda sia le realtà con o senza scopo di lucro. Domande allo specifico link entro le 10 del 29 novembre



AREZZO — Nuovo bando del Comune di Arezzo rivolto ad associazioni e società sportive per permettere loro di ottenere un contributo a parziale copertura delle spese correnti maturate nei primi 10 mesi dell’anno e sostenute per il regolare funzionamento dell’attività, per l’organizzazione e per la fruizione in sicurezza degli impianti. 

Con un doppio binario: il contributo vale sia per i soggetti senza scopo di lucro sia per quelli a scopo di lucro. Per entrambi, la domanda va inserita al link https://www.comune.arezzo.it/rip-ar-ti-arezzo-sport-contributi-straordinari-anno-2021 entro le 10 di lunedì 29 novembre.

“Con questo bando – spiega l’assessore Federico Scapecchi – offriamo ristoro a tutti coloro che hanno affrontato, durante la pandemia, costi fissi a prescindere dai periodi di apertura e chiusura. E ci rivolgiamo anche allo sport professionistico, dando risposta a un impegno preso a suo tempo: quello di aiutare un settore altamente penalizzato e finora non coinvolto dagli altri provvedimenti straordinari a favore dello sport. Grazie a questa misura saranno rimborsati una serie di pagamenti: dai canoni di locazione alle rate dei mutui, dalla sanificazione all’igienizzazione degli ambienti, dall’acquisto di dispositivi di protezione individuale alle assicurazioni. La platea di beneficiari è, come accennato, inclusiva: comprende i gestori e i concessionari di campi e palestre del Comune e, per citare un paio di esempi, palestre e club sportivi privati”.

Per quanto riguarda le associazioni e società sportive dilettantistiche senza fini di lucro, le stesse dovranno essere iscritte al registro Coni o affiliate a una federazione sportiva, a una disciplina sportiva associata, a un ente di promozione sportiva riconosciuti. Le imprese e società a scopo di lucro dovranno invece rientrare in specifici codici Ateco.

“Le risorse non sono poche – conclude Scapecchi – parliamo infatti di 125mila euro e ciascuno potrà beneficarne fino a 5mila euro. Il criterio per l’assegnazione è la proporzionalità rispetto alle spese per le quali viene richiesto il contributo”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno