Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:02 METEO:AREZZO15°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 25 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
25 aprile per sempre. Dall’Italia al Portogallo, l’altra Liberazione

Attualità martedì 16 maggio 2023 ore 18:55

Saione cuore della città, via al Mob 2023

Il quartiere torna laboratorio di innovazione sociale grazie a una raffica di eventi domenica 21 maggio. Dedica speciale a Franchini e Jole Palladino



AREZZO — Sarà una giornata di festa e partecipazione in cui il quartiere di Saione, ad Arezzo, tornerà ad essere un vero proprio laboratorio di innovazione sociale, grazie ad un ricco programma di eventi aperti a tutta la cittadinanza. È la seconda edizione di “Saione Mob”, l’appuntamento in programma domenica 21 maggio dalle ore 9 alle 19, che si snoderà tra via Vittorio Veneto, piazza Saione, via Rismondo, via Guelfa e piazza Zucchi, tra iniziative culturali, didattiche, sportive e shopping di cui i veri protagonisti saranno le associazioni, gli studenti, i commercianti e le tante realtà che animano il quartiere.

L’iniziativa è promossa da Oxfam Italia e Confesercenti, con il contributo del Comune di Arezzo, il patrocinio della Fondazione “Arezzo Comunità” e in collaborazione con Confcommercio, Mercatino delle Pulci, Istituto Comprensivo 4 Novembre e le tante associazioni di volontariato, culturali e i commercianti del quartiere. E realizzata in memoria di Piero Franchini dirigente storico dell'associazione Confesercenti e commerciante di Saione e di Jole Palladino partecipante della prima ora del Mercatino delle Pulci.

“Siamo davvero orgogliosi di poter offrire per il secondo anno, con il prezioso contribuito di tanti soggetti, una giornata assieme di festa e di partecipazione, nella città in cui lavoriamo ogni giorno per l’inclusione sociale con il nostro Community Center, che si trova proprio nel cuore di Saione e sarà presente con un info-corner domenica, e attraverso cui nell’ultimo anno abbiamo offerto un aiuto concreto a centinaia di famiglie in difficoltà. – ha detto Sorinel Ghetau, direttore dei Programmi di Oxfam Italia - In modo diretto ed in collaborazione con tanti partner del territorio ci impegniamo ogni giorno per contrastare povertà educativa ed abbandono scolastico, per assicurare servizi di supporto ed orientamento in ambito socio-sanitario e lavorativo. In questa direzione è centrale il lavoro che stiamo realizzando ad Arezzo e in altri comuni toscani e regioni italiane per lo sviluppo dei patti educativi di comunità. Uno strumento che, mettendo in sinergia associazioni, istituzioni locali, soggetti privati e scuole, responsabilizza ciascun soggetto, con l’obiettivo comune di non lasciare indietro nessuno, soprattutto i ragazzi più deboli e a rischio esclusione. La giornata di domenica rientra nel più ampio lavoro promosso in questi anni da Oxfam in città, con l’obiettivo di valorizzare tutti gli attori del territorio attraverso iniziative partecipate di animazione culturale e sociale rivolte a tutta la cittadinanza”.

“Una comunità - ha aggiunto il vicesindaco Lucia Tanti - è tale se il tessuto associativo è vivo e promuove percorsi aggreganti e inclusivi. Le realtà che operano a Saione credono in questo assunto, dimostrandolo con una manifestazione che intreccia esperienze diverse che hanno come focus la partecipazione diffusa e la questione educativa. Obiettivi che ben si conciliano con i patti educativi di comunità che abbiamo lanciato tramite la Fondazione Arezzo Comunità e che rappresentano il rifiuto della logica dell’abbandono scolastico e la risposta adeguata all’atteggiamento di chiusura e isolamento che purtroppo ha caratterizzato l’epoca recente. Sono percorsi non certo estemporanei ma che stanno dentro le istituzioni perché sono queste ultime a dover governare certe dinamiche. Grazie a tutti coloro, e sono davvero numerosi, che hanno reso possibile abbinare una ‘festa’, positiva e carica di fiducia, a una zona che certifica, se mai ce ne fosse stato bisogno, di avere le carte in regola per riscattarsi e diventare, da ambito critico, un modello di coesione”.

Le iniziative in programma

Tante e variegate le iniziative rivolte a giovani e famiglie in programma per tutta la giornata. A partire dal Mercatino delle Pulci - realtà da sempre caratterizzata per il suo valore sociale – che porterà oltre 200 banchi lungo via Vittorio Veneto, via Rismondo, via Guelfa, via Trasimeno, piazza Zucchi e piazza Saione e al mercato di beneficienza organizzato dall’associazione Il Velocipede e centro socializzazione Cla, in piazza Zucchi. Inoltre per tutta la giornata resteranno aperti i negozi del quartiere.

“La seconda edizione di Saione Mob - puntualizza la direttrice di Confesercenti Arezzo, Valeria Alvisi - è la conferma della validità del progetto avviato lo scorso anno insieme ad Oxfam. Il quartiere di Saione da sempre ha una rete commerciale vivace. Le attività commerciali sono l'ingrediente fondamentale per la vivacità e vivibilità del quartiere grazie al ruolo fondamentale che esercitano con la loro presenza quotidiana. L'evento di domenica sarà una festa per commercianti, residenti, visitatori e per i vari protagonisti che per tutto il giorno animeranno via Vittorio Veneto, via Rismondo, via Guelfa, via Trasimeno e piazza Zucchi. Confesercenti e Oxfam hanno creato una proficua sinergia tra le associazioni e i commercianti ritenendo che fosse il miglior modo per animare il quartiere e al tempo stesso far apprezzare le realtà che lo compongono. I negozianti hanno risposto con entusiasmo all'evento anche grazie al coinvolgimento dell'associazione Alò Saione. Siamo quindi pronti ad accogliere i visitatori che vivranno una bellissima giornata. Sarà una festa di tutti”.

Spazio nel corso della giornata anche alla fotografia: con la mostra sul cinema “Un'invenzione senza futuro" ideata dall’associazione Imago, in via Vittorio Veneto 33 e dentro la galleria dell’associazione; con l’asta fotografica "Welcome to Saione", la sessione di fotografia antica e la postazione di ritrattistica (a cura di Beatrice Moricci)in piazzetta Rismondo.

Tante anche le iniziative culturali e didattiche. Sempre nella piazzetta di via Rismondo con Il Saione del libro, che darà spazio a letture e presentazioni di scrittori emergenti, a cura di Michele Borgogni e la presentazione di "C'era una volta il Prof" di Paolo Nepi.

Presso l’Istituto Comprensivo 4 Novembre, in programma invece le letture ad alta voce a cura di TeenLaav e il laboratorio di arte partecipata, proposto da l'Albero della Pace e FiloArX; la presentazione di “Giorni Uguali…ma diversi…”, a cura di Gine Circolo di lettura Soci Coop Arezzo. Senza dimenticare il contest di disegno a cura di Stranger Society, in via Masaccio.

spOSA chi sei!” sarà invece un momento per celebrare l'amore verso gli altri e se stessi. Una mostra-sfilata di vestiti da sposa vintage ed etnici per festeggiare la diversità e la consapevolezza femminile in ogni sua forma, accompagnata dall'orchestrina dei Punkololio formata da ragazzi con disabilità e capitanati dal maestro della scuola Musaika del Mosaico di Andreina, Massimo Nasorri. L’evento si svolgerà presso la Chiesa di Saione, a cura dell’Associazione Donne Insieme, Electra, Cla, Parrocchia di Saione e Simone e le sue Torte.

Durante la giornata anche gioco e sport: con il torneo di scacchi proposto dal Cas Colle del Pionta, presso i propri spazi; le attività sportive (tennis, calcio, volley) organizzate presso il campo dell’Istituto 4 Novembre, a cura del Csi; il torneo di biliardino proposto da New Factory.

Spazio infine a socialità e musica: con i balli di gruppo, a cura della scuola di ballo Danz'Oasi, in Piazza Zucchi; e con il Wordmusic Dj Set, a cura di Luca Mr Cecks Dj.

“Saione Mob è una vera e propria mobilitazione di quelli che hanno sede e operano nel quartiere, dalle associazioni ai negozi passando per la scuola, per festeggiare l'impressionante ricchezza e il capitale sociale che possiede quella comunità – ha aggiunto Silvia Ciarpaglini, direttrice artistica dell’evento - La logica infatti è quella di mettere in mostra e in collegamento per un giorno (ma anche per il futuro) il proprio lavoro e la propria creatività tutti insieme. Chiunque può partecipare e proporre contenuti o iniziative di comunità”.

"Da sempre via d'accesso privilegiata al centro storico, Saione è un quartiere popoloso e ricco di attività commerciali di ogni settore merceologico. - ha sottolineato il responsabile della delegazione aretina di Confcommercio Cristiano Beligni - La rete di esercizi di vicinato è una ricchezza da preservare e bene fanno iniziative di questo genere a rimetterla al centro dell'attenzione".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno