Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:47 METEO:AREZZO14°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 22 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Letizia Moratti balla e canta con Ivana Spagna sulle note di «The Best»

Cronaca martedì 04 gennaio 2022 ore 12:35

Cane scappa terrorizzato dai botti e finisce in A1

Il pastore tedesco, di nome Otto, è stato salvato dalla Polizia Stradale la mattina del primo gennaio. Correva all'impazzata sulle carreggiate



CHIUSI - AREZZO — E' stata la Polizia Stradale di Arezzo, intorno alle 11 del primo dell'anno, a intervenire sull'A1 salvando la vita ad un pastore tedesco che correva all’impazzata tra le corsie di marcia e di sorpasso. Era fuggito dalla sua abitazione la notte di Capodanno, per la paura dei botti.

Il Centro Operativo della Polizia Stradale di Firenze, avendo ricevuto numerose telefonate da parte di automobilisti, ha incaricato una pattuglia della Sottosezione di Battifolle di recarsi, prima possibile, al km 403 della carreggiata nord dell’Autostrada del Sole, nei pressi del casello di Chiusi in provincia di Siena.

Gli agenti, prima hanno rallentato il traffico in regime di safety car poi hanno tentato di catturare il cane ma lui, ancora in preda al panico, non ne voleva proprio sapere di farsi prendere. I poliziotti hanno quindi pensato di offrirgli qualcosa da mangiare, hanno preso una brioche che avevano con loro e ne hanno fatto dei bocconcini con i quali, finalmente, il pastore tedesco si è fatto avvicinare: le carezze e le parole pacate degli agenti hanno fatto il resto.

Il cane, finalmente salvo, è stato fatto salire nell’auto di servizio e portato alla Sottosezione di Battifolle dove, dopo essere stato scaldato e rifocillato, è stato affidato all’Enpa di Arezzo in attesa di rintracciare il proprietario.

Otto, questo il nome dell'animale, un cucciolo di 4 anni, era scappato dalla sua casa nei pressi del casello di Chiusi perché impaurito dagli scoppi dei petardi che tradizionalmente vengono esplosi la notte di Capodanno.

Il giorno successivo al ritrovamento il proprietario lo ha potuto riabbracciare e riportare a casa per la gioia sua e dei suoi figli ancora disperati per la sua scomparsa, ringraziando di cuore la Polizia di Stato.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno