Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:39 METEO:AREZZO19°37°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 15 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Trump e quel «Combattete!»: il momento che cambia la campagna elettorale per tutti
Trump e quel «Combattete!»: il momento che cambia la campagna elettorale per tutti

Attualità mercoledì 13 dicembre 2023 ore 15:03

​“Scienziate in opera” è il racconto degli alunni

Il Mecenate ospiterà due spettacoli a cura di bambini e ragazzi dell’Istituto “IV Novembre”. Si chiude il progetto “Donne in scienza” delle Acli



AREZZO — Bambini e ragazzi sul palcoscenico per raccontare il contributo femminile alla scienza e al progresso. Venerdì 15 e sabato 16 dicembre, il teatro Mecenate ospiterà lo spettacolo “Scienziate in opera” che verrà messo in scena dagli alunni dell’Istituto Comprensivo “IV Novembre” a compimento di un laboratorio teatrale condotto nelle classi per stimolare una riflessione sul tema dell’emancipazione femminile e per favorire l’affermazione della cultura di genere. Le due serate, a ingresso libero e gratuito, rappresentano l’epilogo del percorso “Donne in Scienza” promosso nell’ultimo trimestre dalle Acli di Arezzo con il contributo dell’Assessorato all’Immigrazione, Integrazione e Pari Opportunità del Comune di Arezzo e con il sostegno di Aisa Impianti.

Il progetto, condotto con il coordinamento di Lori Gori, ha trovato concretizzazione anche nella promozione di alcuni laboratori in scuole di diverso grado dove il teatro, il cinema e le arti espressive sono stati strumenti di sensibilizzazione e educazione delle giovani generazioni contro la violenza di genere attraverso incontri tenuti da docenti quali Silvano Alpini, Alessandra Bedino, Paolo Bussagli, Francesco Faralli, Alessandra Forte, Marina Lanini, Silvia Martini e Stella Peruzzi. Le singole classi hanno lavorato su un racconto tratto dal libro “Sei donne che hanno cambiato il mondo” dove Gabriella Greison ha tracciato il ritratto di personalità che, oltre ad aver contribuito allo sviluppo dell’umanità, sono state una fonte di ispirazione e hanno aperto una strada ad altre donne, dimostrando volontà, abilità, talento e spirito indomito, con un percorso che sarà ora condiviso con la cittadinanza nello spettacolo “Scienziate in opera”. I primi a esibirsi saranno i giovani alunni della scuola primaria “Sante Tani” e delle scuole dell’infanzia “Modesta Rossi”, “Rodari” e “Sante Tani” che dalle 16.30 alle 18.00 del 15 dicembre presenteranno una produzione di teatro e musica dal titolo “Marie Curie e la magia della scienza”, poi dalle 18.00 alle 19.30 sarà la volta degli studenti della scuola primaria “Masaccio” con gli spettacoli dal titolo “Rosalind Franklin Forever” e “Chi ingannò Rosalind Franklin”. Il giorno successivo a vivere le emozioni del palcoscenico saranno le classi della scuola media “IV Novembre” con le rappresentazioni di “Marie Curie: una vita per la scienza” alle 16.00, di “Una donna, una scienziata e il mistero della foto 51” alle 17.15, del corto “Scienze Power” alle 18.30 e infine di “Mileva Marić” alle 19.00. «Ogni classe - spiega Lori Gori, coordinatrice di “Donne in scienza” per le Acli di Arezzo, - interpreterà e racconterà la vita di una grande scienziata. Gli alunni hanno vissuto un percorso di didattica teatrale che ha configurato lo strumento per una più generale educazione alla cultura di genere, con le due serate al teatro Mecenate che offriranno un’ulteriore occasione condivisa con la cittadinanza per riflettere, per combattere i pregiudizi e per omaggiare il contributo femminile in ambito scientifico».


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno