Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:00 METEO:AREZZO10°22°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 23 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Bologna in festa per l'ingresso in Champions League: il pullman scoperto tra i tifosi

Attualità mercoledì 26 agosto 2020 ore 13:26

Sport e politica, il Csi: “valuteremo profili civici"

Lorenzo Bernardini, presidente Csi Arezzo

Mal digerita la decisione presa da qualche esponente del mondo sportivo di candidarsi per i vari partiti. "Lo sport deve essere super partes"



AREZZO — E' tempo di campagna elettorale e il fatto che alcuni esponenti di enti dediti alla promozione sportiva abbiamo deciso di candidarsi tra le liste dei vari partiti, a prescindere dall'area politica, non convince molto Lorenzo Bernardini, presidente della sezione aretina del Centro Sportivo Italiano. Il rappresentante cittadino sottolinea come lo sport  deve essere super partes mentre decidere di schierarsi politicamente rappresenta la presa di una posizione netta e di parte.

“La notizia che esimi esponenti di enti di promozione sportiva si candidino con alcuni schieramenti politici alla prossima tornata elettorale, pone inequivocabilmente una domanda. Lo sport è di tutti e per tutti o appannaggio degli amici di turno? Può ad esempio un presidente candidarsi senza lasciare adito al pettegolezzo, che sarà poi super partes? - a dirlo è il Csi, Centro Centro Sportivo Italiano - Comitato di Arezzo, che prosegue: appoggeremo le singole persone che hanno dato dimostrazione oggettiva di ascolto, rispetto e vicinanza alle istanze proposte.
Del resto la nostra storia di oltre 76 anni vede nella identificazione dei valori dello sport il vero obbiettivo sia associativo che sociale a cui ci ispiriamo. Correre per un partito significa essere di parte giusta o condivisa ma di parte”
.
Quindi, prosegue il Csi, rappresentato ad Arezzo dal presidente Lorenzo Bernardini: “per questo, per non essere strumentalizzati nè abbinati valuteremo profili civici nelle vere liste civiche e non quelle camuffate a festa ma intrise di vecchia politica. Forte dei nostri numeri, il comitato nei prossimi giorni si riunirà per suggerire una vera lista di priorità che in questi anni abbiamo stilato con la presenza, la vicinanza ed il servizio alle società nostre affiliate.

E’ giusto e doveroso ricordare che il CSI di Arezzo non potrà non scegliere e valutare profili appartenenti al mondo cattolico, difensori di quei valori etici, come la sacralità della famiglia e la difesa della vita e dei fondamenti della nostra civiltà occidentale”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Sport e Politica - Centro Sportivo Italiano
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno