Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:05 METEO:AREZZO12°28°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 18 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Maneskin, Victoria De Angelis dj (in bikini) nella stanza d'albergo

Cronaca venerdì 03 settembre 2021 ore 15:50

Maxi sequestro di droga nella zona industriale

Operazione dei Carabinieri in zona via Calamandrei. Beccato un 40enne albanese con 60 chili di hashish, la maggior parte nascosti in un capannone



AREZZO — Dura battuta d'arresto al traffico di droga in città. Ad entrare in azione, con una fulminea operazione condotta nella serata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Arezzo.

In un solo colpo sono stati "eliminati" dal mercato 60 chilogrammi di hashish che, con la possibilità di realizzarne parecchie decine di migliaia di dosi al dettaglio, avrebbero potuto fruttare ai trafficanti ricavi per oltre 500mila euro. Ed un 40enne è finito in manette.

Erano circa le 21 e i Carabinieri stavano effettuando uno dei quotidiani giri di perlustrazione tra Pescaiola, Molin Nuovo e le aree a ridosso di via Calamandrei. La pattuglia della Sezione Radiomobile ha notato in lontananza un’auto che, alla vista della “gazzella”, ha effettuato un repentino cambio di marcia, imboccando frettolosamente una traversa laterale.

I Carabinieri pigiando sull’acceleratore, in pochi secondi hanno riguadagnato la visuale dell’auto, giusto in tempo per accorgersi che dall’interno dell’abitacolo era stata lanciata oltre una recinzione sul margine della strada una scatola di cartone. 

Raggiunta e fermata l’auto in fuga, i militari hanno identificato l’unico occupante – un 40enne di origini albanesi, residente in città – e nel frattempo hanno recuperato la scatola di cartone di cui l’uomo aveva tentato di disfarsi.

Al suo interno i Carabinieri hanno trovato 5 involucri, ognuno del peso di un chilo, che una volta aperti sono risultati contenere 50 panetti di hashish da 100 grammi ciascuno, per un peso complessivo di 5 chilogrammi

Tanto sarebbe bastato per chiudere la partita con l’arresto dell’uomo, ma i Carabinieri hanno voluto vederci più chiaro e così, attraverso minuziosi e mirati accertamenti, hanno scoperto che non il 40enne non era nuovo a traffici del genere e che nella sua disponibilità c'era l’uso di un capannone, a poche centinaia di metri dal luogo in cui si erano appena svolti i fatti.

Ha perciò cominciato a farsi spazio l’idea che lo stupefacente appena rinvenuto potesse far parte di una partita ben più grossa. Così i Carabinieri hanno deciso di estendere le verifiche procedendo alla perquisizione del capannone. All’interno di un ufficio in disuso sono state, infatti, rinvenute alcune borse con all’interno numerosi involucri confezionati allo stesso modo di quelli contenuti nella scatola che l’uomo aveva con sé in auto: in totale 55 chilogrammi di hashish che sono andati ad aggiungersi ai 5 poco prima sequestrati. 

Al termine delle formalità di rito, l’uomo è stato condotto alla casa circondariale di Arezzo. Dovrà rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno