Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:02 METEO:AREZZO15°25°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 25 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
L'Italia segna e il telecronista argentino impazzisce in diretta per il gol di Zaccagni
L'Italia segna e il telecronista argentino impazzisce in diretta per il gol di Zaccagni

Attualità giovedì 23 febbraio 2017 ore 17:00

Una nuova Pet per la medicina nucleare

Il reparto dell'ospedale San Donato ha avviato le procedute per acquistare il macchinario di diagnostica. Baldoncini: "Grandi investimenti dall'Asl"



AREZZO — La Asl porta avanti le procedure per dotare il reparto di medicina nucleare di una nuova Pet Tc che sostituirà la macchina di diagnostica per immagini costituite da un tomografo e un tomografo Tac Spirale donata dal Calcit nel 2005.

E’ stata infatti avviata la procedura con Estar e nominata la commissione per la gara d’appalto che entro l’anno porterà ad Arezzo un macchinario all’avanguardia. La nuova Pet costerà un milione e 700mila euro. Il macchinario permette di eseguire una stadiazione della malattia oncologica, cioè individua il tumore e le sue ripetizioni a distanza. Con questo esame si studia la vitalità delle cellule tumorali, valutando precocemente se un farmaco è efficace oppure no.

“Lo strumento - spiega Alfonso Baldoncini, responsabile della Medicina Nucleare - esegue scansioni con un tempo inferiore del 40-50% rispetto alle macchine del passato. Sofisticati accorgimenti tecnologici permettono inoltre di impiegare una quantità di radioattivo inferiore del 20-25% , risparmiando nell’acquisto del prodotto. Oppure, a parità di sostanza acquistata, si possono eseguire il 20-30% di esami in più senza incidere negativamente sulla attendibilità e qualità dell’immagine”.

Nel 2016 si è attestato a 1750 il numero di esami PET/TC effettuati ad Arezzo, attualmente l’unica sede dell’area vasta Sud Est dotata di strumentazione fissa. Non a caso, è significativa la percentuale di pazienti che arrivano da tutta la Toscana e da altre regioni d’Italia. Entrando più nel dettaglio, circa il 92% delle PET si eseguono per problematiche oncologiche, il 6% in campo neurologico per lo studio delle malattie degenerative cerebrali e il 2% sono applicazioni varie.

“Il numero degli esami effettuati è destinato ad aumentare con la nuova Pet - conclude Baldoncini – confermando l’importanza della Medicina Nucleare aretina. Con la nuova organizzazione aziendale il reparto è diventato dipartimentale, svolgendo così per l’intera Area Vasta funzioni sia gestionali che tecnico-scientifiche. Continua quindi ad essere un punto di riferimento per i cittadini di tutta la Asl Toscana Sud Est e non solo”.  


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno