Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:56 METEO:AREZZO13°24°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
mercoledì 29 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Thiago Motta e il viaggio on the road in motocicletta, da Bologna a Cascais in Portogallo: il video girato dalla moglie

Politica martedì 29 giugno 2021 ore 18:42

Il sindaco non c'è e l'opposizione se ne va

Decisione presa dopo l'approvazione delle variazioni di bilancio presentata dall'assessore Alberto Merelli



AREZZO — Un Consiglio comunale "agitato" quello di oggi martedì 29 giugno. L'opposizione, compatta, ha abbandonato i lavori del parlamentino cittadino per protesta.

Il tema lo abbiamo trattato in articoli collegati ma è riconducibile all'assenza del sindaco ai lavori consiliari.

Il gesto, politicamente molto forte, è stato compiuto durante la pratica di variazione al bilancio, illustrata dall'assessore Merelli e poi approvata dall'assise.

Francesco Romizi (Arezzo 2020): “l’assenza totale del sindaco quando si discute di opere pubbliche, bilancio e Tari è irrispettosa per la città. Abbandonerò l’aula per denunciare la gravità di questo atteggiamento”. 

Considerazioni condivise da Michele Menchetti: anche il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle ha abbandonato l’aula. 

Donato Caporali ha annunciato l’abbandono dei lavori consiliari da parte del Pd.

Per Marco Donati (Scelgo Arezzo) “se questo è lo spazio dove la città discute, senza il primo cittadino tale discussione è monca. Non stiamo trattando un atto di indirizzo sulla lingua inglese nei documenti del Comune. Aderirò all’iniziativa degli altri consiglieri di opposizione. Ed è per questo che insisto sui Consigli Comunali in presenza”.

Roberto Bardelli ha dichiarato che "l’abbandono dei lavori da parte dell’opposizione significa che non hanno più cartucce da sparare contro un’Amministrazione che sta lavorando per risolvere i problemi”. 

Di reazione “paradossale” ha parlato Simon Pietro Palazzo (OraGhinelli): “se qualcuno vuole proporsi come forza di governo, dovrebbe presentare proposte o emendamenti. In questi mesi non ce ne sono stati sulle pratiche di bilancio e questo è l’indicatore più significativo. Chi ha mai proibito di esprimere un’opinione”?

“Continuo a fare il mio lavoro - ha ricordato il sindaco Alessandro Ghinelli - di conseguenza sentirmi addebitare rimproveri per motivi legati alla mancata presenza non fa onore a quest’aula. Ringrazio tutti i partiti di maggioranza e i componenti della Giunta per quanto stanno facendo con la dedizione necessaria e a proposito di impegni da adempiere a breve mi recherò dal Prefetto per parlare, carte alla mano, di come poter organizzare la Giostra del Saracino”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno