Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:05 METEO:AREZZO12°28°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 18 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Maneskin, Victoria De Angelis dj (in bikini) nella stanza d'albergo

Attualità giovedì 18 marzo 2021 ore 08:00

Vittime della pandemia, il monito di Barbini

Tito Barbini

L'ex politico e oggi scrittore affermato evidenzia la "confusione" che regola le priorità nelle vaccinazioni in Toscana



AREZZO — Nel giorno del ricordo delle vittime della pandemia, pubblichiamo il pensiero di Tito Barbini, ex sindaco di Cortona, politico di lungo corso ed oggi affermato scrittore.

"No, non sto zitto. Un dolore intimo che ci prende alla gola, ancora vivo, generazione cancellata. Camion in fila in una notte deserta e con i semafori spenti. Non si accende il verde della speranza. Una ferita ancora aperta per tutti , le lacrime celate dietro volti increduli, i volti stanchi degli infermieri e dei medici che ancora salvano vite e consolano in questa malattia della solitudine. Oggi si celebra una giornata del ricordo. La Toscana è una delle ultime regioni italiane nella vaccinazione delle persone anziane. Ancora una lunga lista di attesa per gli ultra ottantenni affidati solo ai loro medici di base che fanno, quando va bene, sette vaccini alla settimana. Oltre il novanta per cento dei morti e dei ricoverati nelle terapie intensive riguardano gli over sessantacinquenni e la Toscana sembra non accorgersene. Sono stati vaccinati, in base a strani meccanismi di consenso, in ordine: tutti gli avvocati e i loro studi al completo, il personale amministrativo delle università chiuse e degli insegnanti, i maestri di tennis, i notai, i farmacisti e i loro magazzinieri, il personale degli uffici del diritto allo studio in ultimo, cosa gravissima, il vice presidente della Giunta Regionale, giovane donna, perché avvocato. Potrei continuare con altri esempi ma non serve tanto nessuno né risponde. E' mai possibile che nessuno si assuma la responsabilità? Eppure tutti loro stanno nei social a ricordarci quanto sono bravi. Perchè non viene rispettato un piano vaccinale che, anche copiando altre regioni ( porto ad esempio il Lazio) possa dare una garanzia alle persone anziane di poter accedere in via prioritaria ai vaccini, come ci ha ricordato ancora oggi a Bergamo il presidente Draghi. Ho scritto più volte a Giani , ma nessuna risposta.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno