Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:04 METEO:AREZZO16°21°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 21 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La torcia olimpica brilla sul red carpet del Festival di Cannes

Attualità lunedì 15 marzo 2021 ore 09:25

Zona rossa, occhio all'autocertificazione

Da questa mattina la provincia di Arezzo è entrata nella fascia con maggiori restrizioni. In vigore anche il nuovo Dpcm. Ecco cosa c'è da sapere



AREZZO — La provincia di Arezzo è ufficialmente entrata nella fascia con maggiori restrizioni per il contenimento del contagio da Coronavirus. Da questa mattina entrano in vigore le nuove regole per la zona rossa imposte dal Dpcm che avrà valore fino al 6 aprile.

Sono vietati tutti gli spostamenti anche all'interno del Comune di residenza. E' consentito uscire di casa solo per motivi di salute, lavoro e necessità, che devono essere indicati nell'ormai noto modulo di autocertificazione. A tal proposito ricordiamo che in base al nuovo Dpcm in zona rossa non è consentito andare a trovare parenti autosufficienti o amici. 

Padri e madri separati o divorziati possono raggiungere i figli minorenni presso l'altro genitore, oppure condurli presso di sé anche oltrepassando i confini comunali o regionali. Tali spostamenti, però, devono essere fatti percorrendo il tragitto più breve e nel rispetto dei protocolli di sicurezza.

Sarà consentito partecipare alle funzioni religiose recandosi nel luogo di culto più vicino a casa. Anche in questo caso i fedeli sono tenuti al massimo rispetto delle misure di sicurezza.

Per chi viaggia in auto ricordiamo che un passeggero non convivente deve sedere nel sedile posteriore ed entrambi gli occupanti del veicolo devono indossare la mascherina. 

Da questa mattina tutte le attività al pubblico restano chiuse, compresi parrucchieri, barbieri, estetisti. Portoni sprangati anche nelle scuole, che attiveranno la didattica a distanza per gli alunni di ogni ordine e grado. Interdetto l'accesso a teatri, cinema e musei. La biblioteca funzionerà solo previo appuntamento. 

Restano chiuse piscine e palestre ma sarà possibile fare attività sportiva individuale all'aperto ed all'interno del proprio Comune purché venga rispettato il distanziamento di 2 metri dalle altre persone. A tal proposito nel Dcpm è previsto che "nello svolgimento di un’attività sportiva che comporti uno spostamento (per esempio la corsa o la bicicletta), è consentito entrare in un altro Comune purché tale spostamento resti funzionale unicamente all’attività sportiva stessa e la destinazione finale coincida con il Comune di partenza".

Ecco quali sono le attività che possono rimanere aperte:
Servizi alla persona
- Lavanderie.
- Servizi di pompe funebri.

Esercizi commerciali
- Ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati, botteghe alimentari, fruttivendoli, ed altri esercizi non specializzati di alimenti vari.
- Negozi specializzati nella vendita di prodotti alimentari surgelati.
- Commercio al dettaglio di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici.
- Negozi specializzati per la vendita di  bevande e tabacco (codici ateco: 47.2), ivi inclusi gli esercizi specializzati nella vendita di sigarette elettroniche e liquidi da inalazione.
- Distributori di carburante.
- Ferramenta, negozi specializzati nella vendita di vernici, vetro piano e materiali da costruzione (incluse ceramiche e piastrelle).
- Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari.
- Esercizi per la vendita di macchine, attrezzature e prodotti per l’agricoltura e per il giardinaggio.
- Commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione e sistemi di sicurezza.
- Librerie.
- Edicole.
- Cartolerie e forniture di materiali per ufficio.
- Negozi per la vendita al dettaglio di confezioni e calzature per bambini e neonati.
- Commercio al dettaglio di biancheria personale.
- Vendita al dettaglio di articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero.
- Autosaloni, motosaloni e vendita delle relative parti e accessori di ricambio.
- Negozi specializzati nella vendita al dettaglio di giochi e giocattoli.
- Farmacie e Parafarmacie.
- Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati
- Erboristerie, Profumerie e negozi specializzati nella vendita di cosmetici.
- Fiorai.
- Commercio al dettaglio di animali domestici e alimenti per animali domestici in esercizi specializzati.
- Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia.
- Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento.
- Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini.
- Commercio al dettaglio di articoli funerari e cimiteriali.
- Commercio al dettaglio ambulante di: prodotti alimentari e bevande; ortofrutticoli; ittici; carne; fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti; profumi e cosmetici; saponi, detersivi ed altri detergenti; biancheria; confezioni e calzature per bambini e neonati.
- Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet, per televisione, per corrispondenza, radio, telefono.
- Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno