Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:05 METEO:AREZZO12°19°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 24 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Napoli, strattonata e rapinata poi viene trascinata dal ladro con l'auto

Cronaca giovedì 11 febbraio 2021 ore 14:14

Riconsegnati a Camaldoli volumi del '700 rubati

Erano stati messi in vendita su internet a 20 euro ciascuno. Si tratta del "Lunario per i contadini della Toscana". Recuperati dai Carabinieri



CAMALDOLI — Nella straordinaria cornice della millenaria biblioteca del Sacro Eremo di Camaldoli, i Carabinieri della Compagnia di Bibbiena, con il Capitano Giuseppe Barbato, e della Stazione di Poppi, hanno riconsegnato, con i loro colleghi del Comando Carabinieri per la tutela del Patrimonio Culturale, Nuclei di Ancona e Firenze, 10 volumi “Lunario per i contadini della Toscana” editi dal 1776 al 1789, di proprietà della Comunità Camaldolese.

Nel corso del 2020, il Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Ancona aveva portato avanti una più ampia attività di indagine per monitorare il commercio di antiquariato, opere d’arte, su siti internet di compravendita e marketplace dei social network. 

E la loro attenzione era stata attirata proprio dai volumi oggi riconsegnati ai legittimi proprietari, i Monaci Camaldolesi. Un abruzzese li aveva messi in vendita a circa 20 euro ciascuno. I Carabinieri avevano quindi avviato le dovute verifiche e dopo aver riferito alla Procura di Teramo, quest’ultima ne aveva ordinato il sequestro. L’uomo, intanto, non era riuscito a motivarne né il possesso come la provenienza, per cui i volumi sono stati classificati provento di furto e oggetto di successiva ricettazione.

Inconfondibile il timbro della congregazione camaldolese, i due colombi che attingono dal medesimo calice, i volumi valgono complessivamente qualche migliaia di euro.

Dom Ubaldo Cortoni, esperto bibliotecario e archivista della Comunità di Camaldoli – Biblioteca del Sacro Eremo, ricevendo in consegna i volumi del Lunario” ha spiegato che erano editi e stampati insieme a riviste e calendari di settore, venduti, a quel tempo, da comuni librai. Erano utilizzati soprattutto dai fratelli conversi della Comunità Camaldolese, per gestire le attività della Mausolea. Sono, infatti, volumi utili all’agricoltura, alla selvicultura e riportano indicazioni pratiche per l’attività e il calendario con i santi del giorno.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Giancarlo Sassoli confermato presidente. La panoramica su tre anni di attività: contributo da circa 3 milioni di euro alla sanità pubblica
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca

Sport