Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:30 METEO:AREZZO16°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 20 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Turisti feriscono due cuccioli d'orso per farsi un selfie

Attualità venerdì 19 novembre 2021 ore 11:00

Cent'anni di storia d'Arezzo nelle fotografie

Una mostra che verrà inaugurata domani alla Casa dell'Energia ripercorre le vicende cittadine dal 1861 al 1961



AREZZO — Una mostra per rivivere la città di Arezzo e la sua gente attraverso le fotografie scattate tra il 1861 e il 1961.

La Casa dell’Energia ospiterà un’esposizione dal titolo “Arezzo: cent’anni in foto” che verrà inaugurata alle 11 di sabato 20 novembre e che resterà visitabile fino a lunedì 20 dicembre, proponendo un interessante percorso tra centinaia di immagini in bianco e nero da cui scoprire l’evoluzione di luoghi, usi e costumi locali avvenuta nel secolo che ha seguito l’unità d’Italia. 

L’iniziativa, ad ingresso gratuito, sarà fruibile anche da persone non vedenti attraverso l’utilizzo di un’apposita strumentazione audio che guiderà e supporterà il percorso e nasce da una selezione degli scatti conservati dall’Archivio Storico Fotografico Aretino che sono stati suddivisi in pannelli dedicati a varie tematiche che spaziano tra civiltà contadina, insediamenti industriali, vita sociale nel centro storico e cambiamenti del territorio intorno alla cinta muraria.

La realizzazione della mostra “Arezzo: cent’anni in foto”, curata per la parte grafica e il restauro fotografico da Glauco Ciacci e per la scrittura delle note storiche da Giovanni Tortorizio, è stata possibile in virtù del coinvolgimento di numerose realtà cittadine che hanno unito competenze e risorse per rendere visibile questo curioso excursus storico tra ‘800 e ‘900. L’organizzazione, infatti, ha riunito Fotoclub La Chimera, Ancos Confartigianato, UICI - Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Arezzo e Casa dell’Energia, mentre un contributo è arrivato da Comune di Arezzo, Lions Club Arezzo Host, Confartigianato Arezzo e Ottica Franchini.

La scelta condivisa della location è ricaduta simbolicamente sulla Casa dell’Energia che è stata riconosciuta come l’esempio più significativo del passaggio dal passato al futuro della città, con l’area di archeologia industriale dell’ex Fonderia Bastanzetti che è stata trasformata in un luogo all’avanguardia dove vengono portati avanti progetti di smart city in termini ambientali, sociali e culturali.

Green Pass obbligatorio.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno