Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:39 METEO:AREZZO19°37°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 16 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Trump e quel «Combattete!»: il momento che cambia la campagna elettorale per tutti
Trump e quel «Combattete!»: il momento che cambia la campagna elettorale per tutti

Attualità martedì 20 ottobre 2020 ore 10:15

Curva Covid in aumento, stop alle messe

Dal fine settimana appena trascorso il parroco ha deciso di non svolgere le funzioni religiose



AREZZO — I casi di Covid crescono e il parroco della Marchionna, della chiesa di San Pietro e Paolo, don Alessandro, nel fine settimana appena passato ha deciso di sospendere le messe. 

Stop, quindi, alle funzioni religiose come durante il lockdown, quando aveva optato per trasmetterle in diretta su Facebook, in linea con altre chiese.

E anche stavolta ha comunicato quanto stabilito sul social e sui gruppi whats app. 

"Carissimi fratelli e sorelle di questa nostra bella comunità. Come avete potuto sentire la nostra città nonchè la nostra parrocchia ha avuto un notevole aumento della diffusione del Covid" questo il messaggio del sacerdote con cui ha comunicato come le messe delle 8, delle 11 e delle 19 sia per sabato che per domenica non venivano più fatte.

In base all'andamento della pandemia verrà stabilito come procedere il prossimo fine settimana. 

Una decisione di grande responsabilità seppure anche in chiesa siano state rispettate sempre le misure di sicurezza per prevenire il contagio: igienizzazione, mascherine e distanziamento.

Però è anche vero che le celebrazioni, in particolar modo nel weekend, sono molto frequentate non solo da bambini, ragazzi, adulti ma soprattutto da anziani, la fascia di popolazione decisamente più a rischio.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno