Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:00 METEO:AREZZO11°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
mercoledì 01 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Letta «Queen maker» scopre le carte: ecco chi è il primo identikit del Pd per la corsa al Colle

Cronaca giovedì 08 gennaio 2015 ore 19:09

Esce dal carcere e torna subito a rubare

Un rapinatore seriale è stato fermato dai carabinieri di Sansepolcro. E' un bosniaco di 27 anni indiziato di delitto per tentata rapina e vari furti



AREZZO — I carabinieri di Sansepolcro, con i colleghi di Città di Castello, hanno rintracciato un pregiudicato bosniaco, domiciliato presso un campo nomadi lungo l'ansa del fiume Tevere,  ritenuto essere l'autore di una tentata rapina impropria e di una serie di furti commessi nel comune di Sansepolcro negli ultimi giorni tra il vecchio ed il nuovo anno. 

Dalle attività di indagine svolte dai carabinieri è stato accertato che il giovane, dimesso da pochi giorni dal carcere di Terni dopo aver scontato una condanna a sei anni per reati predatori, clandestino perché già espulso dall'Italia con provvedimento della Questura di Terni, poco prima di Natale scorso è arrivato a Città di Castello.

Il 23 dicembre il bosniaco ha rubato una Volksvagen Golf, parcheggiata nei pressi della chiesa della frazione Valleceppi di Perugia. E con l'auto ha commesso diversi reati. Ha rubato nella camiceria Del Siena di Sansepolcro, dove ha portato via i soldi in cassa e alcune camicie per un valore complessivo di circa 5mila euro.

Nel pomeriggio del 4 gennaio, forzata la porta d'ingresso, il pregiudicato bosniaco si è introdotto all'interno della ditta Tecnothermo di Sansepolcro, dove non è riuscito a rubare nulla perché sorpreso da uno dei dipendenti, che si trovava li occasionalmente, nei confronti del quale ha lanciato il registratore di cassa, senza colpirlo, ma riuscendo a dileguarsi a bordo di un'auto guidata da un complice.

Nella notte successiva il 25enne, forzata la porta antipanico del bar Dei Panifici di Sansepolcro, ha rubato il registratore di cassa, che ha abbandonato poi fuori dal negozio, dopo essersi appropriato dell'incasso. Nella stessa notte ha tentato di forzare la porta d'ingresso della camiceria Vischi sempre di Sansepolcro e, non riuscendovi, ha sfondato la vetrata lanciandosi contro con l'auto, riuscendo a rubare numerosi capi di abbigliamento per un valore di 2mila euro. 

I carabinieri hanno recuperato l'auto, nonché parte della refurtiva. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il virus è stato riscontrato in 11 Comuni. Nel capoluogo tanti contagiati. Positivi in aumento anche a Bibbiena. Tra i nuovi malati molti giovani
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS