comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:44 METEO:AREZZO9°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 23 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tik Tok, il professor Tonioni: «Contenuti che sono istigazione all'autolesionismo. Ai genitori dico ‘fateli sentire amati'»

Attualità martedì 01 dicembre 2020 ore 19:12

​Ghinelli vede arancione, poi giallo

Il sindaco annuncia che da domenica la Toscana potrebbe tornare a misure meno restrittive e due settimane dopo cambiare di nuovo colore



AREZZO — Le notizie dell’ultimo minuto, di solito scompaginano i piani. A Palazzo Cavallo, il sindaco Alessandro Ghinelli la comunica in diretta social mantenendo un margine di prudenza anche se ormai pare cosa fatta. 
Condizionale d’obbligo, specie di fronte a una pandemia, eppure i dati ormai da molti giorni segnalano che la curva del contagio ora va in discesa.
Indicatori, algoritmi e valutazioni che spettano all’ormai famoso Comitato Tecnico-Scientifico che si riunirà venerdì. Tuttavia la notizia dell’ultimo minuto dice che “probabilmente la Toscana tornerà zona arancione da domenica 6 dicembre e dopo due settimane passerà al giallo”, annuncia Ghinelli con la soddisfazione di vedere a breve riaperte attività produttive e commerciali, ma anche con la preoccupazione che “possa ripartire la rumba dei contagi” se la gente non starà rigorosamente alle regole.
Del resto, il timore del sindaco racchiude la summa di quanto già accaduto dopo un’estate “sopra le righe” e la seconda ondata del virus puntualmente spalmata ovunque.
Non ne siamo ancora fuori, per questo Ghinelli ripete fino alla noia le regole base per tenere a distanza il virus e confida nel rigore degli aretini. Finora, ha funzionato.

L’altro tema connesso al primo, riguarda i criteri di distribuzione alle famiglie in difficoltà di un “tesoretto” in arrivo da Roma: 525mila euro per buoni spesa.
Il sindaco anticipa che non si tratterà di una “distribuzione piatta” ovvero un tot a tutti in maniera uniforme, bensì il criterio-giuda sarà “dare di più a chi ha più bisogno e meno a chi sta un po' meglio”. Nei prossimi giorni spiegherà come.
Una mano tesa, nei tempi duri della pandemia. 

Lucia Bigozzi
© Riproduzione riservata



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Sport