Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:AREZZO19°39°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 19 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine

Cronaca venerdì 31 ottobre 2014 ore 12:12

Guerrina, il caso si complica: tanti i misteri

​Il marito della donna non è indagato ma le versioni fornite durante gli interrogatori restano "poco convincenti" per la Procura di Arezzo



AREZZO — Si continua a cercare nella zona della piccola pieve di Cicognaia vicina alla chiesa madre di Ca' Raffaello per trovare elementi in qualche modo legati alla donna sparita nel nulla

In particolare, ciò che lascerebbe perplessi gli investigatori dell'Arma sarebbe quanto raccontato da Mirco Alessandrini, il marito della donna,  sulla sera del 30 aprile quando, a suo dire, lui, la moglie e Padre Gratien avrebbero bevuto una birra con un venditore ambulante mai rintracciato e per la procura attualmente inesistente

Questo racconto e gli sms partiti dal cellulare di Guerrina dopo la sparizione di cui uno a una persona che la donna non conosceva ma era amica di Padre Gratien, sarebbero al centro in questo momento in maniera pressante delle indagini.

Il mistero degli sms e di Padre Gratien -  Il telefonino di Guerrina, il 1° maggio alle 17.30 ha registrato numerose attività. In particolare l'invio di due sms con lo stesso testo: “dite a mio marito che sono scappata con il mio moroso”. Due sms, quindi: uno diretto ad un prete nigeriano che vive a Roma, e che Guerrina non conosceva. L’altro sms diretto al telefonino di un imprenditore che vive a Ca’Raffaello.

C’è un particolare: i numeri del prete nigeriano, e dell’imprenditore, non erano presenti nella rubrica di Guerrina, ma erano presenti nella rubrica del frate nigeriano. In realtà sembra che il messaggio era destinato all’imprenditore di Ca’Raffello e alla moglie: i due erano stati i primi a segnalare alla Curia lo strano rapporto tra Guerrina e il frate.

L’errore commesso da Padre Gratien potrebbe essere questo: il messaggio era destinato all’imprenditore, ma il frate per inviare il messaggio aveva copiato dalla sua rubrica, per errore, un altro numero. Quello del prete nigeriano, che nell’elenco figurava poco prima dell’imprenditore.

Intanto l'avvocato Luca Fanfani, difensore di Padre Gratien, al momento unico indagato, sta presentando il ricorso al Riesame contro il divieto di espatrio per Padre Gratien. La comunità alla quale il frate appartiene vorrebbe trasferirlo in Francia. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno