Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:00 METEO:AREZZO14°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 14 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Rocco Hunt fa visita agli Azzurri in Germania per Euro 2024 e canta nello spogliatoio:

Attualità giovedì 22 giugno 2017 ore 14:36

“Il comune di Arezzo si costituirà parte civile”

Il primo cittadino, nel giorno della prima udienza preliminare per il crac di Banca Etruria, ha annunciato l'ipotesi di costituirsi parte civile



AREZZO — “Il Comune di Arezzo si costituirà parte civile nel rinvio a giudizio dei 20 indagati per bancarotta e bancarotta fraudolenta in seguito al crac di Banca Etruria. Questo non è solo la semplice traduzione di una delibera consiliare, ma Sindaco e Giunta hanno la piena convinzione che la decisione sia dovuta all'intera Città”.

Così ha dichiarato stamani il sindaco Alessandro Ghinelli, nel giorno dell'udienza preliminare che ha calendarizzato al 12 ottobre il rinvio a giudizio degli amministratori ritenuti responsabili del fallimento della banca.

Il 21 luglio 2016 il Consiglio Comunale aveva votato all'unanimità un atto di indirizzo nato dalla richiesta di iniziativa popolare circa l'impegno per l'Amministrazione a costituirsi parte civile nell'allora definita ipotesi di procedimento penale a carico di funzionari dirigenti di Banca Etruria per vari tipi di reato, tra ai quali la bancarotta fraudolenta

“Formalizzeremo l'atto nei tempi utili. Oltre ai danni materiali subiti dai risparmiatori, oltre alla conseguenza dannosa della perdita della banca del territorio, la città di Arezzo ha sofferto una gogna mediatica persistente, subendo da questa un danno di immagine evidente, che deve essere riconosciuto”, ha commentato Ghinelli.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno