Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:AREZZO11°26°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 16 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Londra, Kate Middleton e la famiglia reale si affacciano dal balcone di Buckingham Palace

Politica giovedì 12 marzo 2015 ore 18:00

Nardone interviene sulla riforma della sanità

La candidata a sindaco: "La Regione Toscana riduce da 12 a 3 le aziende sanitarie. Dal primo luglio le Asl saranno commissariate".



AREZZO — “Mi piacerebbe sapere cosa lascia a noi aretini il Pd – dichiara Maria Cristina Nardone, candidata a sindaco per la lista “Dalle chiacchiere alle soluzioni” – La città più renziana si vede defraudata di tutto. Sembra un paradosso ma purtroppo è la verità. Cosa devono fare gli aretini per essere rispettati? Il presidente della Regione si è anche detto soddisfatto di questa riforma. La sua frase: “Coniugare qualità e taglio della spesa è un’impresa difficile, ma finora ci siamo sempre riusciti, riducendo i costi e addirittura migliorando la qualità dei nostri servizi sanitari” sembra una barzelletta. A cosa si riferisce? A quanto è stato fatto con i rifiuti? Con i trasporti? Non mi sembra che siano stati grandi successi, anzi… Mi viene spontaneo chiedere a Bracciali: cosa ce ne facciamo, adesso, dell’asse Arezzo-Firenze-Roma in salsa Pd, se nelle stanze dei bottoni la nostra città conta meno di zero? Ribadisco quello che ho già detto: visto che lo Stato taglia e accorpa, Arezzo necessita di un polo sanitario con il privato convenzionato. Polo che dovrebbe sorgere all’area ex Lebole. La sottoscritta ha anche un altro obiettivo ed è a portata di mano: attivare ad Arezzo un’università legata a Medicina. Ho già un progetto e il supporto di un’azienda ormai famosa nel mondo, che si chiama Telerobot Labs. L’attivazione del corso di laurea in Robotica sarà non solo un’opportunità di lavoro concreta: visto che dovrebbero essere le città con l’università a mantenere il presidio Asl, allora anche Arezzo potrà farlo. Noi aretini continuiamo a sperare che questa volta sia Arezzo ad essere tenuta in considerazione e ad essere salvaguardata. Essere ‘cenerentola’ per l’ennesima volta sarebbe uno smacco troppo forte. Questa città merita molto di più ed ha bisogno non più di politici, ma di un problem solver”. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno