Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:12 METEO:AREZZO14°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 27 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Mattarella rende omaggio alla Marina sulla nave fregata Bergamini a Cipro

Attualità venerdì 24 luglio 2020 ore 10:38

​Una Rondine aretina conquista il Costa Rica

Dopo l'Italia anche il Paese sudamericano aderisce alla campagna “Leaders for Peace” lanciata dalla Cittadella della Pace



AREZZO — Dopo l'Italia anche il Paese sudamericano aderisce alla campagna “Leaders for Peace” lanciata dalla Cittadella della Pace

E' la seconda firma ufficiale e arriva dal governo del Costa Rica. La firma sancisce l'adesione alla campagna “Leaders for Peace” promossa da Rondine Cittadella della Pace. Dopo l’impegno formale dell’Italia con la firma del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, oggi anche Costa Rica sostiene l’appello dei giovani di Rondine che chiedono ai governi un impegno concreto nella formazione di giovani leader di pace, in grado di intervenire nei principali contesti di conflitto nel mondo. La cerimonia di adesione è avvenuta nella sede dell'ambasciata del Costa Rica a Roma con l’ambasciatore Ronald Flores Vega che ha sottoscritto il manifesto alla presenza del presidente di Rondine, Franco Vaccari e della ex-studentessa colombiana Yanine in collegamento dalla Colombia.

A nome del governo del Costa Rica e dell'ambasciata in Italia ringraziamo l'esperienza di Rondine e la campagna Leaders for Peace. Siamo veramente contenti di poter segnare un passo pratico, per tutti i paesi, per tutte le persone del mondo”, ha dichiarato l'ambasciatore.

Il governo Costaricano ha manifestato pieno sostegno ai valori della campagna Leaders for Peace ribadendol'impegno per la formazione dei giovani e la costruzione della pace. Il Costa Rica è stato il primo Paese senza esercito in base alla scelta di abolirlo assunta nel 1949 dopo la guerra civile. A quella decisione, nel 1983 seguì la dichiarazione di neutralità. Le risorse risparmiate dalla rinuncia alle Forze Armate, sono state destinate al settore dell'educazione e dello sviluppo sostenibili.

All’inizio della campagna quando a dicembre 2018 abbiamo lanciato l’Appello alle Nazioni Unite di New York la richiesta dei giovani di Rondine suonava al limite del risibile. Oggi, anche a fronte dalla pandemia che ha messo alla prova la governance di tutto il mondo, la necessità di formare nuove generazioni di leader è riconosciuta dalla comunità globale. Siamo felici che Costa Rica abbia deciso di sostenere il nostro Appello e impegnarsi insieme a Rondine per la costruzione di nuovi processi di pace”, afferma il presidente di Rondine Franco Vaccari.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno