Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:AREZZO19°39°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 19 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine

Attualità venerdì 16 dicembre 2022 ore 18:21

Fiumi e torrenti gonfi, via intasamenti e pericoli

Badia Tedalda

Personale del Consorzio al lavoro per mitigare il rischio idraulico. Interventi urgenti sul Cerfone in città e sul Fosso delle Sode a Badia Tedalda



AREZZO E PROVINCIA — Il maltempo insiste e di conseguenza sono tanti gli interventi realizzati nel comprensorio Alto Valdarno per mitigare il rischio idraulico, interventi intensificati a fronte della nuova allerta arancione che ha interessato il territorio.

Infatti con il peggioramento delle previsioni meteo, uomini e mezzi sono intervenuti in urgenza a Badia Tedalda, sul Fosso delle Sode, per rimuovere l'ostruzione dell'alveo a ridosso del centro abitato.

Operai al lavoro anche sugli affluenti del Torrente Cerfone ad Arezzo.

I tecnici del Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno, inoltre, in stretta collaborazione con il Genio Civile Valdarno Superiore, hanno effettuato una ricognizione delle criticità e verificato le numerose segnalazioni arrivate all’ente da cittadini e amministratori. Il monitoraggio ha permesso di individuare alcune lavorazioni puntuali da eseguire nei prossimi giorni per rimuovere ostruzioni e pericoli creati dalla pioggia intensa e prolungata.

I fiumi sono tutti ingrossati. Alcuni hanno raggiunto livelli preoccupanti. In questi giorni, è caduta una quantità di acqua importante, con concentrazioni eccezionali soprattutto il alcuni punti del comprensorio. I nostri tecnici e operai hanno lavorato sui punti critici, individuati nel corso di sopralluoghi e oggetto di segnalazione, per rimuovere possibili ostacoli e ripristinare la piena funzionalità delle aste” spiega la presidente Serena Stefani. “La manutenzione ordinaria aiuta a sopportare meglio lo stress di eventi che hanno sempre più le caratteristiche dell’eccezionalità. Il lavoro svolto ogni anno dal Consorzio è quindi prezioso, anche se, come più volte ricordato, è indispensabile trovare risorse per realizzare interventi straordinari e nuove opere, necessari per risolvere problemi strutturali e migliorare il grado di sicurezza idraulica del nostro territorio”. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno