Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:02 METEO:AREZZO15°25°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 25 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Kenya, scene di guerriglia urbana: i manifestanti prendono d'assalto gli edifici del Parlamento
Kenya, scene di guerriglia urbana: i manifestanti prendono d'assalto gli edifici del Parlamento

Attualità mercoledì 28 aprile 2021 ore 14:07

Ripartenza, Arezzo punta sui giovani

Federico Scapecchi, assessore comune di Arezzo

Due progetti promossi dal Comune che vedono come protagonisti i ragazzi. Soldi per le attività in estate e autunno e tavolo di confronto permanente



AREZZO — Si chiama "RipARtiamo insieme" ed è l'iniziativa del comune di Arezzo che pone al centro i giovani.

Questa mattina l'assessore Scapecchi ha tenuto una conferenza stampa in "Sala Rosa", la prima dopo il lockdown di questi mesi. E non è un caso che sia stato proprio un giovane a riaprire in Comune gli incontri in presenza con la stampa.

L'iniziativa si articola in due progetti. Da un lato c'è la volontà dell'Amministrazione di creare un tavolo di confronto permanete con i giovani per arrivare a quella Consulta di giovani che permetterà di capire le esigenze dei ragazzi aretini. Dall'altro l'assessore Scapecchi annuncia un bando per le attività, che quest'anno non si limiterà al solo periodo estivo ma prevede un sostegno economico anche per quei progetti meritevoli che verranno realizzati in autunno.

“Quest’anno - spiega Scapecchi - non ci limitiamo a erogare fondi per le iniziative, ma poniamo le basi per un nuovo patto di collaborazione tra giovani e Amministrazione. Il bando, che fa parte oramai della tradizione dell’assessorato, nel 2021 prende il nome di ‘Il Comune ti coinvolge’, dispone per la prima volta di un budget di 30mila euro e traccia una road map che scandisce l’auspicata ripartenza: 20mila euro andranno a progetti da realizzarsi tra giugno a settembre, 10mila euro tra ottobre e dicembre. Tutti dovranno essere legati alla creatività in ambito sportivo, artistico, musicale, educativo o formativo”.

La principale novità rispetto al passato è rappresentata dall’iniziativa parallela “Il Comune ti ascolta”, al via da martedì 11 maggio in collaborazione con InformaGiovani.

“Tra didattica a distanza, sospensione delle attività sportive, culturali e ricreative, nonché mancanza generale di occasioni d’incontro con i propri coetanei, i giovani sono stati tra i più colpiti dalle restrizioni anti-Covid. È necessario fare il punto della situazione, analizzare problemi e disagi ma anche individuare nuove opportunità di crescita e sviluppo: per questo lanciamo la costituzione di un tavolo di ascolto aperto ad associazioni giovanili, di promozione sociale e volontariato formalmente costituite il cui direttivo sia composto da giovani di età compresa fra i 18 e i 35 anni, a rappresentanti di gruppi giovanili informali in fase di costituzione, alla Consulta degli studenti, agli organismi degli istituti di istruzione superiore con sede nel comune di Arezzo e a tutti i soggetti pubblici, privati e del terzo settore con sede sempre nel Comune che hanno attivi progetti o servizi rivolti ai giovani. Un secondo tavolo, rivolto agli stessi soggetti, getterà le basi per la costituzione della Consulta dei giovani, ‘luogo’ che sarà deputato a valorizzare la partecipazione delle giovani generazioni alla vita sociale e civile, promuovendo anche occasioni di confronto con gli organi politici, e con cui recuperare i necessari spazi di socializzazione dopo la riduzione, sopra ricordata, dei contatti e delle relazioni dovuta alla pandemia. 

Per l’iscrizione ai tavoli di confronto “Il Comune ti ascolta” c’è tempo fino al 10 maggio mentre la scadenza per partecipare al bando “Il Comune ti coinvolge” è fissata al 24 maggio per i progetti estivi e al 15 settembre per i progetti autunnali. Gli elaborati saranno valutati da una commissione tecnica che attribuirà un punteggio sulla base di puntuali criteri. E per i beneficiari non c’è soltanto il contributo diretto ma, se richiesta, anche la concessione gratuita dei beni strumentali e dei locali comunali se funzionale alla realizzazione del progetto.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Federico Scapecchi presente #Ripartiamoinsieme giovani protagonisti
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno